Rugby, Sei Nazioni 2016: Italia-Scozia, vincere per evitare il Cucchiaio di legno

Italia-6-Nazioni-2016-rugby-foto-federugby-twitter.jpg

Murrayfield, 28 febbraio 2015: l’Italia dopo continui tentativi riesce ad organizzare una maul avanzante che avanza, avanza, avanza e riesce ad ottenere una meta tecnica. Tommaso Allan, azzurro di Scozia, trasforma: è 22-19, Parisse e compagni vanno a vincere ad otto anni di distanza dall’ultima volta in terra scozzese, esplode la gioia della banda guidata da Brunel. E’ il momento più bello della passata stagione: l’unica vittoria nel Sei Nazioni, ovviamente mille volte più di prestigio rispetto a quelle conquistate al Mondiale di fine anno su Canada e Romania.

Roma, 27 febbraio 2016: ancora una volta come avversario c’è la Scozia. Dopo un esordio fantastico, con l’impresa sfiorata allo Stadio St. Denis di Parigi con la Francia e la sconfitta (con un primo tempo super) in casa con l’Inghilterra, gli azzurri vogliono riprovarci e riuscire ad evitare ancora una volta ai danni degli scozzesi il Cucchiaio di legno del Sei Nazioni. Gli interpreti non saranno gli stessi di un anno fa: non c’è Tommaso Allan, infortunato e sostituito da Kelly Haimona (out per problemi fisici anche Carlo Canna), ci sono i giovani Andrea Lovotti, Mattia Bellini e David Odiete, protagonisti in questo primo spezzone di torneo. Sempre presente però colui che guida la truppa: Sergio Parisse, uomo imprescindibile per questa squadra. Vincere non è impossibile, ci si deve provare e, magari, riuscire, anche per far esultare per l’ultima volta allo Stadio Olimpico il ct Jacques Brunel, all’ultimo incontro della sua gestione in casa.

“La Scozia è una grande squadra, che al Mondiale non è arrivata sin dove avrebbe meritato. Il quarto di finale contro l’Australia ha cambiato nettamente il bilancio della loro Rugby World Cup. Ma se guardiamo alle prime due uscite del 6 Nazioni contro Inghilterra e Galles hanno giocato due grandi partite, avrebbero potuto vincerle entrambe. Per noi sarà una partita molto difficile, non possiamo permetterci il lusso di pensare che non lo sia. Personalmente trovo che la Scozia sia una delle squadre più difficili da affrontare, è quella che mi ha fatto la migliore impressione in questi ultimi mesi” le parole di Brunel sul sito Federugby.

CLICCA QUI PER IL XV DEGLI AZZURRI 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter Federugby

Lascia un commento

Top