Pentathlon, Coppa del Mondo: De Luca e Petroni in finale al Cairo. Poddighe e Franceschini out

12421493_10207257350465636_203057923_n.jpg

Si sono concluse a Il Cairo le qualificazioni della prima prova di Coppa del Mondo 2016, per quanto concerne il comparto maschile. Si sono dati battaglia 102 pentatleti, divisi in tre raggruppamenti, tutti a caccia dei 36 posti disponibili per la finale, in programma sabato. Quattro gli azzurri in gara: Riccardo De Luca e Auro Franceschini (gruppo A), Pier Paolo Petroni e Fabio Poddighe (gruppo B).

De Luca, 4° nel suo gruppo con 1141 punti, e Petroni, 2° con 1128 punti, hanno centrato l’appuntamento con la finale, mentre Poddighe, 29° con 978 punti, e Franceschini, 15° con 1105 punti, non sono riusciti a staccare il pass per la gara conclusiva di sabato. Il migliore degli azzurri è stato dunque Riccardo De Luca, la certezza azzurra (è già qualificato per i Giochi di Rio de Janeiro) seconda forza dell’attuale ranking internazionale. L’atleta romano è partito subito con il piede giusto vincendo la prova di scherma (243 punti); nel nuoto si è potuto permettere il lusso di non spingere più di tanto (27°, 305 punti) e nel combined, specialità nella quale detiene la migliore prestazione mondiale, ha chiuso al sesto posto (593 punti).

Ottima anche la performance giornaliera di Pier Paolo Petroni, che è a caccia di punti preziosi per la qualificazione olimpica; attualmente è al 29° posto delle graduatorie mondiali. Il collega e concittadino di De Luca – entrambi di Roma e del gruppo sportivo dei Carabinieri – ha chiuso al 16° posto il nuoto (320 punti), è poi risalito al secondo posto vincendo la prova di scherma con 257 punti. Il combined è stato quasi una formalità: chiudendolo in scioltezza al quindicesimo posto (551 punti), ha confermato la seconda posizione finale nel gruppo B.

Nello stesso “girone” di Petroni c’era Fabio Poddighe, il quale non è purtroppo riuscito a rientrare nei 36 meritevoli della finale di dopodomani. Il sassarese, dopo aver chiuso la prova di nuoto al settimo posto con 330 punti, è scivolato al ventitreesimo posto, a causa di una prova di scherma chiusa con soli 180 punti. Nel combined, infine, non è riuscito a ritrovare il bandolo della matassa, concludendo la prova al ventiquattresimo posto (468 punti). Medesima sorte avversa per il triestino Auro Franceschini che, dopo aver chiuso la prova di scherma al trentesimo posto (173 punti), si è trovato dinanzi ad una montagna quasi impossibile da scalare. L’azzurro però ce l’ha messa tutta e, dopo aver chiuso il nuoto al terzo posto (337 punti), è risalito fino al quindicesimo posto finale al termine del combined (chiuso con il quarto miglior tempo e con 595 punti).

In finale senza particolari patemi, il padrone di casa Omar El Geziry, il francese Valentin Belaud, l’ungherese Adam Marosi e il guatemalteco Charles Fernandez, credibili candidati al podio finale di questa prima tappa di Coppa del Mondo 2016.Domani appuntamento con la finale femminile. Fra le 36 migliori pentatlete, ben tre azzurre: Claudia Cesarini, Camilla Lontano e Alice Sotero.

I RISULTATI UFFICIALI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: FIPM

Lascia un commento

Top