Olimpiadi giovanili Lillehammer 2016: Radamus tris d’oro, Canzio esce, Tedde undicesimo

sci-alpino-river-radamus-lillehammer-2016-libero-uso-editoriale.jpg

River Radamus USA competes during the Alpine Skiing Men's Giant Slalom at the Hafjell Olympic Slope at the Winter Youth Olympic Games, Lillehammer Norway, 17 February 2016. Photo: Al Tielemansfor YIS/IOC Handout image supplied by YIS/IOC


Il dominatore delle gare di sci alpino alle Olimpiadi giovanili di Lillehammer è l’americano River Radamus, che conquista il suo terzo oro consecutivo nella rassegna norvegese. Lo sciatore statunitense si è imposto anche nel gigante maschile, chiudendo con oltre un secondo di vantaggio sui suoi avversari.

Medaglia d’argento per il giapponese Yohei Koyama, staccato di 1.07 dal vincitore, mentre completa il podio il tedesco Anton Grammel a 1.49. Entrambi hanno recuperato una posizione rispetto alla prima manche, sfruttando l’uscita dell’azzurro Pietro Canzio. Il giovane sciatore veneto, dopo aver chiuso al secondo posto nella prima prova a 53 centesimi da Radamus, non ha terminato la seconda manche. Per Canzio sfuma l’occasione di conquistare la terza medaglia individuale, dopo quelle ottenute in Super G e combinata.

Chiudono i primi cinque della classifica l’austriaco Manuel Traninger a 1.55 e il croato Samuel Kolega, staccato di oltre due secondi e mezzo dal vincitore.

Per l’Italia il migliore è dunque Michael Tedde, che chiude all’undicesimo posto a quasi cinque secondi dal primo posto di Radamus.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top