MotoGP, Test 2016 Sepang, Valentino Rossi: “Sorpreso dalle Yamaha davanti. Lorenzo? E’ stato più bravo”

Valentino-Rossi-3-FOTOCATTAGNI.jpg

L’animo di Valentino Rossi, a valle della prima giornata di test ufficiali sul tracciato di Sepang (Malesia), è diviso a metà. Da un lato la soddisfazione di avere due Yamaha davanti a tutti nell’ordine dei tempi ma dall’altro uno Jorge Lorenzo che ha fatto la differenza rispetto a tutti, infliggendo distacchi considerevoli agli avversari.

Non mi aspettavo di trovare al primo giorno le Yamaha davanti a tutti – ammette Valentino (fonte Sky Sport) – Perché mi sembrava che a Valencia fossimo più in difficoltá. Però è solo la prima di tre giornate di test. La via è lunga, bisogna capire come andranno i prossimi e come stare più vicini a Lorenzo” . Il 46 non si illude, però, essendo conscio che il lavoro da fare è ancora molto: “È importante capire cosa dobbiamo fare con le Michelin per farle funzionare bene. Ancora siamo molto lontani dai tempi dello scorso anno”.

Sulla strepitosa prestazione di Lorenzo nel day 1 e il distacco di 1″ dal maiorchino, il 9 volte campione del mondo ha precisato: “La differenza è nella frenata. È più forte, frena più forte. Io se freno così non mi fermo. È stato più bravo e noi dobbiamo metterci a posto“. In merito alle differenze tecniche tra le M1 (2015-2016), Rossi chiarisce: “Diciamo che in Yamaha hanno cercato di capire come far funzionare la moto con le Michelin. Hanno modificato la distribuzione dei pesi, ma se ci stai sopra non senti tanto la differenza. Io non sono ancora così sicuro, vedremo se è la via giusta. Oltre al posizionamento del serbatoio cambiano anche molte altre cose che non sono marginali. Mi pare che ci stiamo spostando un po’ più verso la Bridgestone, ma è davvero presto”. A chi gli ha fatto notare che ci potrebbero essere strade diverse nello sviluppo rispetto a Jorge, il pilota di Tavullia ha risposto: “Possiamo farlo, certo. Non è che dobbiamo scegliere per forza le stesse cose, ma sarebbe molto meglio arrivare ad avere stesse soluzioni e stessa moto. Per il lavoro. Quindi diciamo che se proprio non c’è uno che sta decisamente meglio con una moto e l’altro con l’altra, al novanta percento useremo lo stesso materiale”.

A chiosa, il driver della Yamaha ha commentato il ritorno di Casey Stoner, in sella alla Ducati, e la partecipazione dell’australiano nelle prove di domani: “E’ andato abbastanza forte l’altro giorno. Sarà un avversario temibile in più in questi test. Sono curioso di vederlo in pista, è un aspetto interessante. Sarà veloce se ha fatto quel tempo, può essere competitivo“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top