MotoGP, Test 2016 Sepang, Valentino Rossi: “In crescita, anche se mi trovo meglio con la vecchia moto”

Valentino-Rossi-2-MotoGP-FOTOCATTAGNI.jpg

Valentino Rossi è contento della prestazione della sua Yamaha nonostante il sesto tempo nella seconda giornata dei Test di Sepang, chiusa sorprendentemente con la Ducati di Danilo Petrucci al comando.

“Abbiamo lavorato tanto migliorando tempi, passo ed assetto. Sono abbastanza soddisfatto perchè con le modifiche è migliorata la frenata e l’inserimento in curva. Tuttavia, mi trovo meglio con la vecchia moto. La nuova M1 è simile a quella del 2015, ma continueremo a raffrontarle sino ai test di Phillip Island”.

Infine, sull’incidente occorso al francese Loris Baz, a causa dell’esplosione di un pneumatico in piena accelerazione a circa 290 km/h. “Adesso è importante che la Michelin individui il problema e lo risolva. Baz è stato fortunato a non farsi male in quanto gli è capitata la cosa peggiore nel punto in cui un pilota si sente maggiormente tranquillo”, ha concluso il fuoriclasse di Tavullia.

Felice della prestazione della sua moto Jorge Lorenzo, autore di una caduta alla curva 5. Lo spagnolo ha concluso la giornata con il secondo tempo, dopo il primato di ieri: “La caduta non è stata un problema. E’ avvenuta quando ho montato due gomme hard. E’ stata una giornata molto positiva, ho verificato quanto e come stiamo crescendo. Continuiamo ad avere un buon margine sugli altri e questo è incoraggiante”.

In leggera difficoltà le Honda ufficiali. L’iberico Marc Marquez guarda con serenità al futuro: “Siamo un pò indietro, ma stiamo facendo dei passi avanti. Dobbiamo lavorare specialmente sul motore e sull’elettronica. Domani proseguiremo il lavoro compiuto finora”.

Meno fiducioso il suo connazionale Daniel Pedrosa: “Giornata difficile. A causa di queste temperature con le hard non avevamo grip. Abbiamo cercato di settare al meglio l’elettronica, ma non abbiamo raggiunto delle rapide conclusioni e non sono stato veloce”.

FOTOCATTAGNI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top