Motocross, Mondiale 2016: gli italiani, i favoriti e gli outsiders di MXGP e MX2. Poi c’è Kiara Fontanesi…

Tony-Cairoli-e-Nagl-Motocross-FOTOCATTAGNI1.jpg

Caschi ben allacciati, rombo dei motori, cancelletti giù: via!
Il Mondiale Motocross 2016 è pronto a dare spettacolo, si parte dal Qatar, a Losail, 26-27 febbraio. Nella classe regina, la MXGP, c’è grande attesa per il ritorno in gara del siciliano Tony Cairoli, da ormai un decennio simbolo indiscusso di questa adrenalinica disciplina motoristica.

Lo scorso anno, frenato dagli infortuni, Cairoli ha visto interrompersi la sua incredibile striscia di titoli mondiali consecutivi nella massima categoria (sei, più due precedenti in MX2) ed ha dovuto cedere la corona iridata al fenomenale ventiquattrenne francese della Yamaha Romain Febvre. Il transalpino, assieme al connazionale Gautier Paulin (Honda, Team HRC), ai belgi Jeremy Van Horebeek (Yamaha) e Clément Desalle (Kawasaki), al tedesco della Husqvarna Max Nagl ed al russo Evgeny Bobryshev (Honda HRC) costituiscono gli ostacoli maggiori, almeno in partenza, fra Tony Cairoli e il nono Mondiale in carriera. Il trentenne di Patti correrà per il settimo anno di fila con la KTM e dovrà, prima di guardarsi dall’agguerrita concorrenza di questi piloti più giovani di lui ma molto molto competitivi, testare fin da subito la sua tenuta atletica, visti i recenti colpi di sfortuna che proprio non intendono lasciarlo in pace.

Occhio però anche agli outsiders e agli altri italiani iscritti della categoria MXGP, piloti di assoluto valore pronti a cogliere risultati di prestigio, round dopo round, senza timore reverenziale alcuno. Potrebbero tentare il colpaccio iridato, su tutti, il baby terribile sloveno Tim Gajser e l’olandese Glenn Coldenhoff. L’altro azzurro, invece, sarà il venticinquenne del Team Honda Redmoto Assomotor Alessandro Lupino.

CLICCA PAGINA 2 PER MX2, WMX E KIARA FONTANESI

Lascia un commento

Top