Motocross, GP Qatar 2016: lo sloveno Gajser si impone anche in gara-2. Tony Cairoli quarto

Tim-Gajser-Libera.jpg

Tim Gajser imprendibile dalla prima all’ultima accelerata di gara-2 del GP in notturna di Losail, primo round del Mondiale Motocross 2016, categoria MXGP. Lo sloveno non poteva bagnare meglio il suo esordio iridato nella classe regina delle ruote artigliate. Dopo aver conquistato gara-1 davanti al russo della Honda Evgeny Bobryshev (terzo in gara-2), il Campione della MX2 2015 ha stracciato tutti nel bis giornaliero di questa prova iniziale del nuovo Mondiale.

Secondo il Campione in carica Romain Febvre, bravo a raddrizzare una gara-2 che rischiava di prendere una brutta piega dopo la caduta che lo ha visto protagonista – al pari di Bobryshev – a 16 minuti dalla fine. Cairoli, partito bene a differenza di gara-1, è stato a contatto con i migliori (lupo solitario Gajser escluso) fino alla fine, approfittando anche del doppio capitombolo franco-russo. Il rider di Patti si è ritrovato secondo, ma in dieci minuti Febvre l’ha ripreso e superato, mentre il russo gli ha negato la gioia del primo podio stagionale solo nelle battute finali. Sedicesimo l’altro italiano iscritto alla MXGP, Alessandro Lupino.

Cairoli ha corso in difesa, occorre sottolinearlo, tenendo fede a quanto dichiarato alla viglia della partenza per il Qatar. Evidentemente, le sue condizioni fisiche non sono ancora ottimali dopo la disgraziata serie di infortuni che lo ha colpito di recente.

L’ORDINE DI ARRIVO

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

FOTO: pagina FB Tim Gajser

Lascia un commento

Top