Judo, European Open: a Roma la prova femminile, uomini in Austria

Judo-Edwige-Gwend-IJF1.jpg

Sta per arrivare l’atteso momento dell’European Open di Roma 2016, unica prova italiana del calendario internazionale, che quest’anno vedrà protagoniste le sette categorie femminili il 13 e 14 febbraio prossimi. L’Italia, in qualità di padrona di casa, ha la possibilità di schierare quattro atlete per categoria, e saranno presenti quasi tutte le migliori interpreti nazionali, ad esclusione dell’infortunata Valentina Moscatt (48 kg) e di Giulia Quintavalle (57 kg). Le attenzioni saranno naturalmente puntate su Edwige Gwend (63 kg), Odette Giuffrida (52 kg) ed Assunta Galeone (78 kg), le tre atlete virtualmente qualificate a Rio 2016, che sono anche quelle che hanno più possibilità di conquistare medaglie. Proveranno a sfruttare l’appuntamento di casa per rientrare nella corsa olimpica Giulia Cantoni (70 kg) ed Elisa Marchiò (+78 kg), mentre Maria Centracchio (57 kg) tenterà di continuare la sua progressione che, in caso di risultato positivo, potrebbe portarla a scavalcare Quintavalle nei ranking mondiale ed olimpico. Naturalmente la prova di Ostia sarà anche l’occasione di mettersi in luce per molte giovani che ancora non hanno avuto molte occasioni, ma che potrebbero essere delle pedine importanti nel prossimo quadriennio.

Ma la tappa italiana del circuito mondiale non vedrà al via solamente le azzurre, vista che numerosa e di alta qualità si annuncia la partecipazione straniera. Il Brasile, ad esempio, schiererà una formazione di tutto rispetto, guidata dalla campionessa olimpica Sarah Menezes (48 kg) e dalla campionessa mondiale del 2013 Rafaela Silva (57 kg), senza dimenticare un’altra plurimedagliata come Maria Suelen Altheman (+78 kg) ed il bronzo olimpico di Londra 2012 Erika Miranda (57 kg). La Cina schiererà le sue due giganti della massima categoria di peso, la campionessa mondiale Yu Song e la sua rivale Ma Sisi, che dovranno vedersela ancora una volta con la campionessa olimpica in carica, la cubana Idalys Ortiz (+78 kg), leader della formazione caraibica. Non ci sarà il Giappone, mentre la Francia, pur priva delle sue atlete di punta, schiererà ben ventuno judoka. Presenza sostanziosa anche per la Mongolia, la Russia e la Corea del Sud, che schiererà addirittura le due vincitrici del Grand Slam di Parigi, Kim Jan-Di (57 kg) e Kim Seong-Yeon (70 kg).

CONVOCATE

48 KG: Francesca Milani, Angela Giamattei, Romina Passa
52 KG: Odette Giuffrida, Giulia Pierucci, Fabiola Pidroni, Francesca Giorda
57 KG: Maria Centracchio, Martina Lo Giudice, Valentina Giorgis, Anna Righetti
63 KG: Edwige Gwend, Martina Greci, Francesca Busto, Simona Abate
70 KG: Giulia Cantoni, Eleonora Ghetti, Margherita Truglia, Carola Paissoni
78 KG: Assunta Galeone, Lucia Tangorre, Linda Politi, Melora Rosetta
+78 KG: Elisa Marchiò, Rita Ughetti

Mentre le donne saranno impegnate a Roma, gli uomini affronteranno invece l’European Open di Oberwart, in Austria. L’Italia ha iscritto a questa prova quattro uomini: Matteo Medves (66 kg), Marco Maddaloni (73 kg), che dovrebbe effettuare il suo esordio internazionale nell’anno in corso, Vincenzo D’Arco (100 kg) e Nicola Becchetti (+100 kg). Anche qui, il Brasile rappresenterà un punto d’interesse, con Felipe Kitadai ed Eric Takabatake che continuano a giocarsi la convocazione olimpica nella categoria 60 kg e Victor Penalber che sarà il favorito degli 81 kg. La Francia schiererà alcuni medagliati di Parigi, come il giovane Walide Khyar (60 kg), Kilian Le Blouch (66 kg) ed il finalista Alexandre Iddir (90 kg), che dovrà vedersela con il campione mondiale 2013, il cubano Asley González.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top