IL FESTIVAL DI TAMBERI!!! Meraviglioso Record Italiano a 2.38

tamberi_TOP_zurigo2015_hj.jpg

Gianmarco Tamberi


Gianmarco Tamberi non finisce di stupire! Nel meeting di salto ad Hustopese (Rep.Ceca) al termine di una splendida gara migliora ancora il record italiano a 2.38, misura centrata al primo tentativo! Si tratta del primato assoluto, in quanto all’aperto lo stesso atleta detiene la miglior misura tricolore con 2.37 dello scorso anno a Eberstadt. Un crescendo degno del corregionale Rossini quello di Gimbo, al quale è stato “costretto” dall’incredibile britannico Chris Baker, miglioratosi di 8cm. in una sola volta. I due camminano paralleli sino a 2.34, sempre al primo tentativo; in seguito l’azzurro “passa” a sorpresa i 2.36, misura invece che Baker varca alla seconda prova. Ci vuole un guizzo da fuoriclasse, a questo punto, e Tamberi, che è un uomo da grandi momenti, tira fuori uno splendido salto al primo colpo, spegnendo la gioia dell’ottimo Baker che, forse, pensava di aver ottenuto la vittoria. A 2.40 si arenano entrambi i concorrenti e Gimbo si lascia andare ad una danza liberatoria, coinvolgendo, come sempre, tutti gli spettatori del palazzetto, a dir la verità poco più che una palestra, della cittadina della Moravia.

Il ripetersi, e il migliorarsi, a livelli straordinari confermano che il marchigiano è ormai il talento più cristallino dell’intero settore maschile dell’atletica italiana, in grado ormai di competere coi migliori del mondo. Il tridente azzurro comprendeva anche Marco Fassinotti e Silvano Chesani in questa magica serata; mentre il primo abbandonava dopo due errori a 2.30, evidentemente non in condizione, il trentino superava la stessa quota al terzo tentativo, migliorando lo stagionale di ben 5cm. e dimostrando di essere ormai tornato ai suoi migliori livelli pre-infortunio.

Con il 2.38 di oggi, ovviamente miglior prestazione mondiale stagionale, Tamberi punta ora su Portland, per i mondiali indoor di Marzo, dove può ambire a…tutto; in aggiunta l’atleta delle Fiamme Gialle è anche un personaggio a tutto tondo, e Dio sa quanto l’atletica azzurra ha bisogno di qualcuno in grado di appassionare e coinvolgere anche le nuove generazioni.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Archivio FIDAL

Lascia un commento

Top