Golf, Fraser e Watson mattatori settimanali. Coetzee padrone nel Sunshine Tour. Cercasi Italia disperatamente

coetzee.jpg

Quella appena trascorsa è stata un’intensa settimana per quel che riguarda il panorama golfistico internazionale. Le tappe dell’European Tour e del PGA si sono risolte con gli ultimi colpi, al termine di duelli appassionanti.

Il Maybank Championship (European Tour), si è concluso con la vittoria dell’australiano Marcus Fraser, che ha approfittato di due doppi boogey del sudcoreano Soomin Lee. Asiatico che sembrava leader incontrastato, prima di commettere pesanti errori nelle ultime buche. Secondo posto, pari merito con Lee, per il filippino Miguel Tabuena.

Fraser festeggia così il suo terzo titolo nel circuito, a quasi sei anni di distanza dal trionfo nel Ballantine’s Championship in Corea del Sud, datato 2010.

Matteo Manassero, unico italiano in gara, ha terminato la kermesse malese al 50° posto, lontano dalle posizioni che contano.

Sponda PGA si registra il nono successo in carriera per l’americano Bubba Watson, bravo a confermarsi in testa al termine dell’ultimo round nel Northern Trust Open. Seconda piazza anche in questo caso condivisa da due golfisti, ovvero l’australiano Adam Scott, e lo statunitense Jason Kokrak, entrambi ad una sola lunghezza dal vincitore.

Europei sovrastati dallo strapotere dei colleghi americani ed oceanici, con il primo rappresentante del vecchio continente, llo scozzese Martin Laird, ai margini dalle top ten (11°).

Anche in California il field poteva contare su un solo italiano. Francesco Molinari non si è spinto oltre il 52° posto, penalizzato da un ultimo round a dir poco in ombra.

Quinto titolo in carriera nel Sunshine Tour per George Coetzee. Il trentenne di Pretoria si è imposto nella Dimension Data Pro-Am. I concorrenti si sono alternati nei primi tre giri sui percorsi dell’Outeniqua Golf Course (par 72), del The Links (par 73) e del Montagu Golf Course (par 72) a Fancourt, in Sudafrica, e hanno effettuato il quarto nuovamente sul Montagu GC.

Vittoria al cardiopalma per Coetzee, bravo a chiudere con 268 colpi, -21 sul par, e scalzare  il connazionale Dean Burmester (269, -20). Terzo posto con 271 per (-18) l’inglese Ross McGowan, il tedesco Alexander Knappe, ed il sudafricano Darren Fichardt.

Non ha superato il taglio il nostro Francesco Laporta, 66° dopo aver iniziato il torneo al comando.

Capitolo donne. La formidabile neozelandese Lydia Ko si è dovuta accontentare appena di un secondo posto alle spalle della sorprendente giapponese Haru Nomura. La nipponica si è aggiudicata l‘ISPS Handa Women’s Australian Open, evento organizzato in combinata da LPGA Tour e LET, con tre colpi di vantaggio sulla numero uno del mondo. Terza piazza per l’australiana Karrie Webb.

Lontane le azzurre. 60esima Giulia Sergas, 126° posto, eliminata dal taglio, Giulia Molinaro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top