Golf, European Tour: a Dubai Cabrera-Bello solo al comando, Manassero e Paratore passano il taglio

manassero-matteo-e1454689174177.jpg

Si è concluso il secondo giro della ventisettesima edizione dell’Omega Dubai Desert Classic, torneo valevole come ottava tappa annuale dell’European Tour. Al giro di boa c’è un uomo solo al comando, è lo spagnolo Rafael Cabrera-Bello, l’unico dei golfisti leader della giornata di ieri a ripetere lo stesso score del primo giro, ossia 67 colpi (10 sotto il par). L’iberico ha condotto una seconda tornata regolare, sino ai due birdie, rispettivamente alla buca 15 e alla 18, che gli hanno conferito il comando della manifestazione.

Appena dietro Cabrera-Bello, a una sola buca di distanza, il terzetto composto da Ernie Els, David Willet e Trevor Fisher junior. Il sudafricano Els, vincitore in questo torneo tre volte, di cui la prima nel 1994 e l’ultima nel 2005, è stato autore di un fantastico eagle alla buca 18, a dimostrazione del fatto che gli anni passano ma il talento resta. Ottima anche la prestazione dell’inglese Willett, che ha chiuso il secondo giro a ben sette colpi sotto il par, mentre Fisher jr, sudafricano come Els, ha chiuso il secondo round a 68 colpi (-4 par), uno in più del primo giro.

Secondo round negativo per Rory McIlroy che ha chiuso sul par a quota 72, specie per colpa di una pessima prima parte.

Quanto agli italiani, Matteo Manassero e Renato Paratore sono appaiati al trentasettesimo posto con 3 sotto il par, score che consente ad entrambi di passare il taglio. Per il veneto secondo giro sul par, mentre per il romano score di uno sotto il par. Eliminato invece Edoardo Molinari che chiude il secondo giro a 74 colpi (due sopra il par) dopo il primo giro concluso sul par.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top