Ginnastica, McKayla Maroney dà l’addio. Dal sogno del triplo, il doppio raccolto mai viste, le bocche aperte. Grazie di tutto

mckayla-maroney-at-2013-p-g-usa-gymnastics-national-championships_5.jpg

McKayla Maroney ha ufficialmente annunciato che non gareggerà più (clicca qui per saperne di più). La stella statunitense, membro delle leggendarie Fierce Five d’oro alle Olimpiadi 2012, ha sempre impressionato e affascinato gli appassionati del circuito grazie alla sua eleganza, alla sua potenza al volteggio, alla sua forte personalità e alla caparbietà grazie alla quale ha affrontato momenti difficili che hanno avuto a che fare anche con disturbi alimentari.

McKayla ha sicuramente lasciato il segno nella ginnastica artistica. Si è laureata Campionessa del Mondo al volteggio per due volte consecutive (2011 e 2013), eseguendo dei salti perfetti in termini di esecuzione. Il suo doppio avvitamento è sempre stato preso come sinonimo di perfezione certosina ed è entrato di diritto nella mente di chi ama questo sport.

Ricordiamo benissimo le bocche aperte dei giudici dopo il suo salto a Londra 2012. In quell’immagine si racchiude l’essenza dell’artistica di McKayla.

 

Giudici Ginnastica - ma

 

Ha dichiarato, nell’intervista rilasciata a GymCastic, di aver sognato di eseguire il triplo avvitamento (impresa mai riuscita a nessuna atleta, nonostante tante dichiarazioni in proposito). Ha raccontato anche di quando ha eseguito il pericolosissimo doppio raccolto dietro, mai portato in gara nella storia della ginnastica ma che lei provò in allenamento davanti agli occhi di Martha Karolyi che le ordinò di non eseguirlo più. Ce la ricorderemo con il sorriso di Anversa 2013, quell’oro guadagnato tra mille difficoltà grazie al suo stile inconfondibile. In barba a quella dannata caduta di Londra che le tolse un meritatissimo oro olimpico individuale alla tavola.

Semplicemente grazie per quello che ci hai regalato nella tua rapida e intensa carriera. Un ritiro (sebbene lei non voglia pronunciare questa parola) arrivato 24 ore dopo quello di Kyla Ross: hanno sempre fatto tutto insieme, fino alla fine della loro avventura agonistica.

 

Tag

Lascia un commento

Top