F1, i verdetti dei Test di Montmelò: Mercedes si copre. Ferrari: allarme affidabilità

Rosberg-01-Mercedes-Foto-Cattagni.jpg

Barcellona, con la prima sessione di test 2016 ed i primi verdetti della pista, ha confermato, qualora ce ne fosse stato bisogno, che il Mondiale 2016 sarà affare ristretto a due team: Mercedes e Ferrari. Alle loro spalle c’è quasi il vuoto, nonostante alcune importanti novità e migliorie palesate da Force India ed Haas.

In casa Mercedes non preoccupano i tempi fatti registrare dal britannico Lewis Hamilton e dal tedesco Nico Rosberg, anzi. Con le gomme medie i piloti della Freccia d’argento si sono ben comportati. Cercando di confrontare i tempi da loro ottenuti, proporzionandoli con le ulta-morbide, si evidenzia ancora un gran vantaggio in favore delle Mercedes. Altra nota positiva per il team iridato è l’affidabilità. 3mila i km percorsi senza alcun intoppo.

Affidabilità che sembra essere l’iniziale problema della Scuderia di Maranello. La Ferrari, nonostante gli ottimi tempi firmati dal tedesco Sebastian Vettel e dal finlandese Kimi Raikkonen, ha palesato, specie con quest’ultimo, affanni riconducibili alla natura della carrozzeria della rossa, troppo “attillata” sulle fiancate, che causa problemi allo smaltimento del calore.

Per questi motivi Rosberg ed Hamilton hanno quasi “doppiato” i colleghi/rivali ferraristi in quanto a chilometraggio. Un dato che deve far riflettere, e che ha permesso alla scuderia Campione del Mondo di provare maggiori soluzioni ed il cosiddetto long-run o passo gara, in vista delle prossime uscite.

Prossimi test appunto, che si terranno sempre a Barcellona sul circuito di Montmelò, e che ci diranno indubbiamente di più. Appuntamento dall’1 al 4 marzo.

FOTOCATTAGNI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top