DIRETTA LIVE – Sei Nazioni Rugby 2016. Italia-Scozia 20-36, dominio ospite, cucchiaio di legno molto vicino.

Rugby-Italia-Pagina-FB-Fir.jpg

 

ITALIA-SCOZIA 20-36 Risultato finale! I nostri avversari dominano il primo tempo, dopo un paio di calci di punizione di Laidlaw e uno di Haimona, le ingenuità scozzesi, leggi espulsione di Russell, ci rilanciano, grazie ad una meta subitanea di Fuser. Nonostante un grandissimo Parisse, però, la Scozia si rimette in carreggiata e coi calci piazzati di Laidlaw e la meta allo scadere, di nuovo con un uomo in meno…, di Seymour, chiudono la contesa. La Scozia si vendica delle ultime sconfitte subite dagli azzurri e, grazie anche ad una panchina più lunga, porta a casa 2 punti meritati.

40’20”: FINISCE QUI! La Scozia ci batte 36-20 con pieno merito, a noi il “wooden spoon”, con ogni probabilità.

40′: Laidlaw, 8/9 nei calci e grande intelligenza tattica, eletto MVP del match.

39′: facile trasformazione di Laidlaw, diventa una Caporetto: 20-36.

38′: Grande meta scozzese di Seymour, sulla nostra sinistra, meta in inferiorità numerica, giù il cappello, partita chiusa.

37′: Bellini regala palla agli scozzesi che gestiscono nella nostra metà campo.

36′: Entra Pratichetti per noi,

35′: Follia di Nel che ci consente di chiudere con l’uomo in più in questi ultimi 5′.

34′: 6 minuti al termine e 9 punti da recuperare, ci vuole un’impresa.

33′: Fallo netto di Bernabò e punizione in tocuhe dei nostri avversari, che fanno entrare anche Lamont.

32′: Cambio Italia, Padovani rileva Haimona.

31′: Occasione persa dagli azzurri per un’altra meta in 15 contro 14, per riportarci vicino a Laidlaw e compagni.

31′: Russell torna in campo, squadre in parità numerica.

30′: Italia sempre ad un passo dalla linea di meta, non riusciamo però a guadagnare campo e poi in avanti azzurro, peccato!

30′: Effetto Super! Fermati a solo 1 metro dalla linea di meta, poi uno “scambio di opinioni” tra le due squadre.

29′: Siamo nel centro dell’area di meta blu, con mischia nostra , vediamo l’effetto delle nuove prime linee.

28′: E’ il momento anche di Van Schalkwyk, 2′ dopo Zanusso per il XV azzurro.

27′: E’ sempre Parisse che recupera palla, è sempre Campagnaro che ci fa avanzare; primi cambi nella Scozia, entra Strauss per Wilson.

26′: Immenso Parisse che recupera palla e siamo di nuovo nei 22 avversari, con vantaggio da sfruttare.

25′: Laidlaw fa 7/8 e porta i suoi a +9…

24′: Punizione evitabile concessa alla Scozia, che errore di Zanni!!!

23′: Importante anche psicologicamente andare subito a segno, siamo nella fase decisiva, ancora 7′ di uomo in più.

23′: HAIMONA IN MEZZO AI PALI! Torniamo vicini; 20-26.

22′: META CONFERMATA DAL TMO! Haimona proverà a trasformare!!!

22′: MAUL ITALIA E META DI FUSER!!!! Sfruttiamo subito l’inferiorità scozzese, il TMO deve giudicare.

22′: Tutto il pubblico spinge gli azzurri!!!

22′: ATTENZIONE! Momento importante, Russell espulso per 10′, siamo in superiorità numerica, serve una meta immediatamente.

21′: Parisse si infuria sul lancio intercettato involontariamente da Bellini.

20′: Italia nei 22 scozzesi, il solito Parisse a darci forza in avanti.

19′: Doppio cambio in prima linea, Castrogiovanni rileva Ghiraldini e Giazzon rimpiazza Lovotti; forze fresche laddove abbiamo sofferto.

18′: Laidlaw non sbaglia, la Scozia scappa via! 13-26!

17′: Grande pressione  e vantaggio blu, altra punizione a nostro sfavore per irregolarità di Minto.

16′: Purtroppo non si riesce ad essere fluidi e costanti in attacco, rimessa Scozia.

15′: E’ l’apertura Gori ad aver commesso in avanti, si riparte con mischia per gli scozzesi.

14′: 40 metri di corsa di Campagnaro, poi in avanti azzurro e palla persa.

13′: Laidlaw la mette! 4/5 per lui. Italia Scozia 13-23.

13′: Palla tenuta da Zanni, calcio di punizione per gli ospiti…

12′: Gli azzurri recuperano il possesso immediatamente dopo l’attacco britannico.

10′: HAIMONA CENTRA I PALI! Facile trasformazione, torniamo a -7.

10′: Parisse dà l’ovale ad Haimona per un calcio semplice, troppo importante tornare sotto break!.

9′: Palla persa da Cittadini a 2 metri dalla linea di meta, si torna al calcio di punizione per noi, dovuto al vantaggio.

8′: Siamo praticamente tra i pali, c’è anche vantaggio azzurro!

7′: Lungo possesso azzurro, Italia trascinata da Campagnaro e Sarto.

6′: Laidlaw non sbaglia, Scozia oltre il break: 10-20.5′: Cittadini fa crollare il castello, punizione centrale per la Scozia.

3′: Mischia ad introduzione italiana, altro intervento difensivo di Ghiraldini, cresciuto molto.

2′: Scozia in avanti con rimessa a introduzione blu nella nostra metà campo.

Kick-off per la Scozia , nessun cambio nei 30 in campo, a parte Bernabò per Furno al 37′ p.t.

Squadre di nuovo in campo, per Parisse&C. un secondo tempo di fuoco per evitare il “cucchiaio di legno”.

Ci attendono 40′ di grande sofferenza in difesa e dobbiamo svoltare assolutamente in mischia, cercando di recuperare palloni per poi entrare nell’area dei 22 avversari con maggiore costanza, nel primo tempo l’abbiamo fatto solo 2 volte, fortunatamente con una meta!

Statisticamente l’Italia nei secondi tempi ha sempre fatto peggio, con una media di 6,5 punti fatti e 21 subiti nel torneo corrente; purtroppo nelle altre edizioni non è che fosse andata meglio. E’, quindi, tempo di invertire la rotta, restiamo ottimisti.

FINE PRIMO TEMPO: Italia con 7 punti da recuperare al termine di 40′ che ci hanno visto in costante difficoltà; soprattutto nei primi 20′ avversari padroni in mischia ed in ogni zona del campo, poi la meta di Ghiraldini ha dato fiato agli azzurri e l’errore di Laidlaw allo scadere sul calcio piazzato ci tiene in partita, ma ci vorrà un’Italia decisamente migliore.

41′: Sbaglia Laidlaw da 38 metri, finisce il primo tempo! Siamo ancora in partita!

40′: Punizione per la Scozia, al solito Laidlaw al calcio per andare al riposo con il break di vantaggio.

39′: Furno non rientrerà più; l’Italia perde l’ovale dopo un’azione nella metà campo scozzese.

37′: Purtroppo Joshua Furno deve abbandonare per infortunio alla spalla, lo rileva Bernabò.

37′: La difesa azzurra si chiude meglio e guadagna una punizione con Furno, cresce la prestazione dei tallonatori..

35′: Punizione per i nostri avversari, che vanno in touche

32′; ‘O surdato ‘nnamurato intonato dall’Olimpico prova a caricare l’Italia, che sembra molto più convinta.

31′: Meta azzurra iniziata da un’azione personale di Campagnaro, poi Garcia e magia di Odiete e meta all’estrema sinistra di Ghiraldini. Ci voleva per respirare ed infiammare il pubblico romano!

30′ HAIMONA CENTRA I PALI!!! Accorciano gli azzurri, ci riportiamo sotto, 10-17!

29′: META DI GHIRALDINI!!! Inaspettatamente grande azione azzurra sull’asse Campagnaro-Odiete-Garcia.

28′: Questa sarà l’ultima partita interna nel 6 nazioni con Jacques Brunel come CT azzurro, prima delle trasferte in Galles e Irlanda.

27′: Recupera l’ovale MInto, siamo già al limite per provare a recuperare l’incontro.

26′: Il numero 9 scozzese non sbaglia, siamo 3-17 per la gioia dei tifosi ospiti in tribuna.

25′: Calcio di punizione per la Scozia, se ne incarica Laidlaw 2/2 al momento per lui.

24′: L’abitudine a giocarsela alla pari con i britannici, anzi con diverse nostre vittorie ci sta giocando un brutto scherzo, allorchè ci stiamo accorgendo che la Scozia quest’anno è più forte rispetto alle ultime edizioni.

23′: La palla persa nella rimessa laterale è un pò il simbolo di quest’Italia, che sembra non esserci di testa.

21′: In difesa i nostri tallonatori stanno soffrendo moltissimo. Rimessa a metà campo per gli azzurri, ma palla intercettata da R. Gray!

20′: Siamo a metà primo tempo, mischia ad introduzione italiana, proviamo a reagire, ma al momento netta differenza tra le due squadre

18′: Gli uomini in maglia blu sono padroni del campo nel primo quarto di gara. Superiorità netta da parte di una squadra che non vuole “essere paragonata” all’Italia, dopo un mondiale ottimo

17′: Laidlaw non sbaglia la trasformazione e la Scozia è già a +11!

16′: Seconda meta Scozia! Sfondamento centrale di Russell e meta di Hardie. Dominio del XV di Cotter!

15′: Scozia che preme costantemente nella nostra metà , utilizzando bene tutto il campo; gran circolazione di palla

13′: Ancora scozzesi con un calcetto di Russell, rimessa nei nostri 22

11′: Sulla meta scozzese Hogg ha approfittato della posizione non perfetta di Gori, lanciando Barkley in meta, reazione immediata dei nostri avversari.

10′: Ora Laidlaw prova la trasformazione. In mezzo ai pali. Italia -Scozia 3-7

9′: Meta di Barkley al termine di una bella azione corale, ma con errore di Gori decisivo

8′: HAIMONA! Traformazione perfetta del 10 azzurro, Italia-Scozia 3-0

7′: Calcio di punizione per l’Italia! Prova la trasformazione Haimona da notevole distanza, ma centrale!

6′: Rimessa scozzese, ma siamo nei loro 22 metri

5′: Palla recuperata dagli azzurri e gran calcio di Bellini, dopo l’azione iniziata da Haimona

4′: Questa volta l’in avanti annulla l’azione dell’Italia, mischia ordinata con introduzione per gli scozzesi.

Ricordiamo, tra le assenze della formazione di Brunel, quelle di Canna e Gega, tra i migliori nei primi due match!

2′: Ovale riconquistato dai nostri avversari, ma in avanti di Bennett che riconsegna il possesso agli azzurri

Il fischio di’inizio del sudafricano Peyper! prima palla giocata dalla nostra nazionale.

L’Italia scende in campo in maglia bianca, mentre la Scozia è nella tradizionale tenuta blu

Ora tutto lo stadio intona l’inno di Mameli-Novaro

La banda delle cornamuse esegue l’emozionante “Flower of Scotland” inno scozzese

15.17: Quasi esaurito all’Olimpico, buona presenza scozzese, giornata nuvolosa

15.15: Il XV Azzurro  15 Odiete; 14 L. Sarto, 13 Campagnaro, 12 Garcia, 11 Bellini; 10 Haimona, 9 Gori; 8 Parisse (C), 7 Zanni, 6 Minto; 5 Furno, 4 Fuser; 3 Cittadini, 2 Ghiraldini, 1 Lovotti. Ct.: Brunel

15:13 Ricordiamo la formazione scozzese 15 Hogg; 14 Seymour, 13 Bennett, 12 Taylor, 11 Visser; 10 Russell, 9 Laidlaw(C); 8 Denton, 7 Hardie, 6 Barclay; 5 J. Gray, 4 R. Gray; 3 Nel, 2 Ford, 1 Dickinson CT.: Cotter

15:10 E’ tutto pronto all’Olimpico di Roma per l’inizio di un incontro decisivo per la nostra nazionale

Terza giornata del Sei Nazioni di rugby 2016. L’Italia affronta all’Olimpico la Scozia. Si tratta di un match cruciale per entrambe le squadre: serve solo vincere per evitare lo spettro del cucchiaio di legno. La selezione tricolore affronterà una squadra cresciuta moltissimo negli ultimi anni, tanto da arrendersi solo 35-34 all’Australia nei quarti di finale dell’ultima Coppa del Mondo. Priva di Carlo Canna, l’Italia si affida all’equiparato Kelly Haimona nel ruolo di mediano di apertura. Fondamentale sarà il lavoro in prima linea di Lovotti, Ghiraldini e Cittadini. Si preannuncia una battaglia senza esclusione di colpi. Non perdetevi neanche un placcaggio con la nostra Diretta Live. Buon divertimento!

LA FORMAZIONE DELL’ITALIA

Clicca F5 per aggiornare la pagina

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fir

Diretta Live a cura della Redazione

Tag

Lascia un commento

Top