Ciclismo, Vuelta a Andalucia 2016: 24 squadre, 5 tappe ed un percorso da togliere il fiato

Ciclismo-Alejandro-Valverde-Ion-Izagirre-Movistar-Team-Twitter.jpg

168 corridori provenienti da 14 paesi, e 24 squadre, animeranno la 62esima edizione della Vuelta a Andalucia- Ruta del Sol. La tradizionale corsa a tappe invernale prenderà il via mercoledì 17 febbraio e terminerà domenica 21. Cinque le interessanti tappe che incoroneranno il successore del britannico Chris Froome, vincitore nel 2015, e mostreranno già i potenziali protagonisti delle future ed importanti kermesse ciclistiche.

683 km che toccheranno sei province andaluse, tutte meno Almeria e Jaen.

Le tappe. La frazione d’apertura vedrà gli atleti partire da Almonaster la Real, gioiello situato nella Sierra Nevada. Dopo 60 km fatti di continui sali-scendi, la tappa si addolcirà, attraversando le pianure che cullano Siviglia, dove è previsto l’arrivo.

Giovedì la tappa più lunga. 182 i km che collegano Palomares del Rio a Cordoba. Tanta pianura, spezzata solamente dall’Alto de Trassierra, una salita di terza categoria situata a 22 km dal traguardo che potrebbe far scattare la scintilla nella mente degli attaccanti.

Il 19 febbraio arrivano le prime montagne. Terza tappa che si svolge tutta all’interno della provincia di Granada, con partenza da Monachil ed arrivo a Padul. Frazione dura, che delineerà sicuramente la classifica, ponendo i più forti al vertice. Una salita di terza categoria e ben tre di seconda, con il Puetro del Valle soltanto ai meno 16 dall’arrivo.

L’indomani è tempo di cronometro individuale. 21 km ad Ahlaurin de la Torre dove i leader di classifica dovranno difendersi dal ritorno degli specialisti. Attenzione al Camino de Comendador, salita piazzata nel cuore della frazione, con rampe del 15 %.

La quinta ed ultima tappa è quella regina, 164 km da San Roque all’Alto de Penas Blancas. Ben cinque scalate, due di seconda categoria, una di terza e due di prime. Gli ultimi 16 km, tutti in salita, hanno una pendenza media del 6 %.

Start list di tutto rispetto. Occhi puntati, per la classifica generale, sugli spagnoli Mikel Landa (Team Sky) ed Alejandro Valverde (Movistar), sul polacco Rafal Majka (Tinkoff) e sull’americano Tejay Van Garderen (BMC).

Per l’Italia ai nastri di partenza da segnalare Daniele Bennati ed Oscar Gatto (Tinkoff), Fabio Felline (Trek Factory), Damiano Caruso (BMC), Danilo Napolitano (Wanty) e Filippo Pozzato (Southeast-Venezuela).

VUELTA A ANDALUCIA – LE TAPPE

17/02 – Almonaster la Real/Sevilla 165 km
18/02 – Palomares del Rio/Cordoba 182 km
19/02 – Monachil/Padul 157 km
20/02 – Alhaurin de la Torre 21 km cronometro individuale
21/02 – San Roque/Penas Blancas 164 km

Foto: Movistar Team Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top