Ciclismo: il GP Etruschi apre il calendario italiano. Ulissi profeta in patria?

Diego-Ulissi-Giro-dItalia-Pagina-FB-Giro-e1449585983774.jpg

Foto: Pagina Facebook Giro dItalia


Domenica, con il GP Etruschi, si aprirà il calendario italiano delle corse su strada. 190 chilometri tra San Vincenzo e Donoratico aperti a più soluzioni.

Il percorso non presenta particolari difficoltà nella prima parte, mentre nel finale si affronterà per due volte la salita di Torre Segalari in rapida successione. Per quanto non eccessivamente impegnativa, potrebbe scremare il gruppo negli ultimi 30 chilometri. Il secondo e ultimo passaggio in vetta avverrà ad una decina di chilometri dalla conclusione della corsa.

Verosimile la contesa potrebbe risolversi con una volata ristretta: difficile che qualcuno possa fare la differenza. Atteso Manuel Belletti, vincitore lo scorso anno in forze alla Southeast-Venezuela. Velocista capace di tenere in salita, potrebbe tentare di ripetersi. Il favorito numero uno, però, dovrebbe essere Diego Ulissi. Già in discreta forma al Tour Down Under, è il più forte del lotto in salita e si difende in maniera egregia in volata. L’obiettivo, per il toscano della Lampre-Merida, sarà quello di scremare il gruppo prima dello sprint.

Tra gli altri uomini veloci attenzione a Grega Bole ed Eduard Grosu (Nippo-Vini Fantini), Mattia Gavazzi (Amore e Vita), Francesco Gavazzi (Southeast-Venezuela). Sarà presente anche la nazionale italiana con una formazione giovane: tra i convocati Consonni, Ganna e Martinelli che potrebbero ben figurare.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook Giro d’Italia

Lascia un commento

Top