Calcio – Serie A, 25esima giornata: Juventus-Napoli è il clou! Una sfida scudetto che sa di anni ’80

Maradona-Platini-Napoli-Juventus-calcio-foto-wikipedia.jpg

Era dagli anni di Diego Armando Maradona che Napoli e il Napoli non sognavano così realisticamente lo scudetto. E’ servito un altro argentino, Gonzalo Higuain, per riaccendere la passione e il desiderio di una delle piazze più calde d’Italia, passata nel frattempo anche dal fallimento e dalla Serie C1 prima di risorgere fino agli ottavi di Champions League. Adesso, con Maurizio Sarri in panchina e il figliol prodigo Lorenzo Insigne a divertire – ma soprattutto divertirsi – nel tridente completato da José Maria Callejon, i partenopei comandano meritatamente la classifica di Serie A con 56 punti.

Subito dietro, però, c’è la Juventus. A quota 54, nonostante una delle peggiori partenze di sempre, e reduce da ben 14 vittorie di fila. Massimiliano Allegri, dopo aver riportato i bianconeri in finale di Champions, ha cancellato anche molti record contiani della Serie A. Resiste quello dei punti, vero, ma tanti tifosi hanno già dimenticato il passato e l’attuale ct della Nazionale, capace di guidare la Vecchia Signora a tre scudetti consecutivi dopo due settimi posti, non è più rimpianto. Dopo le difficoltà iniziali, l’intera piazza rema con il tecnico toscano per concretizzare una rimonta storica.

Queste due filosofie opposte, la potenziale prima volta di Sarri, Hamsik, Higuain, Allan e compagnia contro chi è abituato da tempo a vincere tutto, si troveranno una di fronte all’altra sabato sera allo Stadium di Torino. Il big match della 25esima giornata di Serie A, infatti, vale lo scudetto. O comunque una grossa fetta. Perché se, dopo il 2-1 dell’andata, il Napoli dovesse imporsi anche in trasferta allora sì che le gerarchie del calcio italiano cambierebbero una volta per tutte. Un eventuale +5, con gli scontri diretti vinti, inizierebbe a creare un divario soddisfacente per realizzare il sogno campano. Al contrario, un pareggio lascerebbe tutto invariato (va detto: meglio per i tifosi neutrali, incerti fino all’ultimo) mentre una vittoria della Juventus, pur con sorpasso e +1 in classifica, potrebbe cambiare l’inerzia più a livello psicologico che a livello pratico. Una cosa è certa: i ventidue in campo non si risparmieranno.

Nel fine settimana spezzatino, iniziato ieri con Lazio-Verona a causa del 6 Nazioni che invaderà l’Olimpico domenica pomeriggio, la Roma cercherà la quarta vittoria di fila con Luciano Spalletti questa sera (20.45) a Modena contro il Capri. Settimana prossima, per i giallorossi, sarà tempo di Champions League contro l’ostacolo Real Madrid di Zinedine Zidane. La corsa al terzo posto vivrà il suo scontro diretto, passato mediaticamente in sordina solo a causa di Juventus-Napoli, domenica alle 20.45 con Fiorentina-Inter. L’appuntamento a pranzo sarà con Milan-Genoa, nel pomeriggio spazio a Sampdoria-Atalanta, Udinese-Bologna e Palermo-Torino. Chiudono il programma, sabato rispettivamente alle 15 e alle 18, Empoli-Frosinone e Chievo-Sassuolo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Tag

Lascia un commento

Top