Calcio a 5, Europei 2016: Russia-Azerbaijan e Italia-Kazakistan i quarti di finale di martedì 9 febbraio

Azerbaijan_Eufa_Futsal.jpg

Dopo la qualificazione di Serbia e Spagna alle semifinali degli Europei 2015 di calcio a cinque, in quel di Belgrado è arrivato il momento di completare il tabellone delle “Magnifiche 4” della competizione continentale con gli altri due quarti di finale in programma

Russia-Azerbaijan h 18.30
Un quasi derby, vista la vicinanza geografica, nel quale la squadra russa partirà sicuramente con i favori del pronostico almeno sulla carta. In campo però, nulla potrebbe essere scontato: il team azero infatti ha dimostrato di avere una più che rispettabile fase offensiva, mentre in difesa gli otto gol subiti sino ad adesso ne evidenziano carenze palesi. La compagine di Skorovich, di contro, non è apparsa brillantissima nè contro il Kazakistan nè contro la Croazia nelle partite della prima fase e dovrà necessariamente alzare il suo livello di gioco se vorrà aver ragione dei rivali

Italia-Kazakistan h 21.00
Giocare contro un avversario emergente e volenteroso di consacrarsi definitivamente nel panorama internazionale del futsal continentale non sarà certamente facile per la squadra di Menichelli, che dovrà giocoforza studiare delle contromisure tattiche eccellenti per arginare il particolare gioco kazako. Uno dei duelli paradossalmente più importanti sarà quello fra gli estremi difensori: Mammarella da una parte ed Higuita dall’altra. Due modi diversi di intendere il gioco. L’azzurro, più volte premiato con il riconoscimento del “Guanto d’oro”, è il classico portiere dominante fra i pali e nella sua area di rigore, mentre il ragazzo del Kazakistan è di fatto un “giocatore di movimento” su cui i compagni fanno spesso affidamento per gestire il pallone spesso liberando anche lo spazio per la sua potente conclusione dalla distanza. Sarà un po’ come vedere Buffon contro Neuer.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top