Calcio a 5, Europei 2016: Italia con la ‘bestia nera’ Repubblica Ceca per blindare il primo posto

Repubblica-Ceca-Europei-2016-calcio-a-5-foto-pagina-fb-uefa-futsal.jpg

Manca poco, ormai. La Repubblica Ceca è stata sorpresa dall’Azerbaijan nella seconda partita del girone D agli Europei 2016 di calcio a 5 e l’Italia, nonostante il 3-0 dell’esordio, non è ancora aritmeticamente ai quarti di finale. Ma il traguardo è dietro l’angolo: per arrivare primi, oltre a vittoria e pareggio, andrebbe bene anche una sconfitta con un gol di scarto domani sera alle 21. Da due a quattro gli azzurri sarebbero secondi. Solo con un passivo di cinque reti, francamente difficile da realizzare, i campioni in carica tornerebbero prematuramente a casa.

C’è un altro fattore, poi, da considerare. La Repubblica Ceca, bestia nera dell’Italia con tre vittorie negli ultimi sette confronti diretti (ai quarti degli Europei 2010, in semifinale alla Futsal Continental Cup in Kuwait di fine 2014 e in amichevole a inizio 2015), si è rivelata se non inferiore quanto meno allo stesso livello dell’Azerbaijan. Ne è uscita una partita spettacolare, ricca di gol (11, tutti firmati da giocatori diversi) ma anche di errori. E – pur sapendo che lo sport non è un sillogismo – i valori tecnici degli azzurri sono senza dubbio superiori.

Totale fiducia verso il prosieguo del cammino, dunque, dove negli eventuali quarti di finale ci sarà una tra la Russia battuta in finale due anni fa e la sorpresa Kazakistan, che ha sconfitto 4-2 l’esperta Croazia con una prestazione spregiudicata. Higuita, il portiere kazako, permette una superiorità numerica costante perché dotato di piedi da universale. Una nuova era per il futsal potrebbe cominciare proprio grazie alla formazione di Cacau.

L’attenzione in casa Italia, comunque, è alta in vista del match di domani. La Repubblica Ceca è ormai celebre per anestetizzare al meglio il gioco degli azzurri. Capitan Gabriel Lima ha commentato al sito federale: “Speriamo domenica di mettere in campo la stessa mentalità della prima partita, credo che sarà dura per tutti affrontare un’Italia così concentrata. Sappiamo della difficoltà della partita: c’è anche questo aspetto psicologico nel sapere che loro ci fanno giocare male e spesso fanno risultato contro di noi”. E, tornando all’esordio con gli azeri terminato 3-0, ha aggiunto: “Abbiamo fatto una sorta di riunione per capire la mentalità che un po’ tutti avevamo nella testa il giorno prima della partita e ho capito subito che c’era quella giusta; poi la serietà si è vista in campo quando siamo entrati“.

 

La gara, prevista per domani sera alle 21, non sarà trasmessa in diretta tv su Eurosport, bensì in differita alle 23. Potrete comunque contare sulla diretta testuale di OA Sport per non perdervi neanche un aggiornamento sul risultato e le azioni salienti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Uefa Futsak

Lascia un commento

Top