Biathlon, Mondiali 2016: le azzurre ai raggi X per l’appuntamento iridato

Sanfilippo-e-Wierer-Romeo-Deganello.jpg

Federica Sanfilippo e Dorothea Wierer


Mancano solo tre giorni al via dei Campionati Mondiali di biathlon, a partire da giovedì 3 marzo nel contesto di Oslo Holmenkollen (Norvegia).

Vi presentiamo le azzurre che prenderanno parte all’appuntamento iridato:

DOROTHEA WIERER – 3/4/1990 Fiamme Gialle

4 VITTORIE IN STAGIONE (3 individuali, 1 staffetta), 11 PODI (8 individuali, 3 staffetta)

Miglior risultato stagionale: primo posto (Individuale Oestersund, Individuale Ruhpolding, Mass start Canmore)

Dorothea Wierer ha conquistato da dicembre ad oggi ben 8 podi in gare individuali, l’azzurra finora ha dimostrato di poter salire sul podio in ogni format. La 25enne altoatesina è sempre più ambiziosa e punta ad alzare l’asticella: è determinata a conquistare la sua prima medaglia iridata a livello individuale e attualmente è in lotta per le ‘coppette’ dell’inseguimento e dell’individuale, dove è imbattuta finora in stagione senza aver commesso nemmeno un errore.

KARIN OBERHOFER – 3/11/85 Esercito

Tre podi stagionali nelle staffette (primo posto Hochfilzen, terzo posto Ruhpolding, terzo posto mista Canmore)

Miglior risultato stagionale: sesto posto (Inseguimento Anterselva)

Non è riuscita finora a confermare le prestazioni e i podi ottenuti nella passata stagione Karin Oberhofer, dimostrando di avere ancora poco feeling al poligono: l’obiettivo per la 30enne dell’Esercito sarà quello di ritrovare brillantezza sugli sci e al tiro, anche se finora l’apporto dell’azzurra è stato fondamentale nelle prove a squadre. Speriamo che possa trovare solidità nelle prime gare della competizione iridata, in modo tale da poter dedicare un prestigioso risultato a papà Paul, recentemente scomparso.

FEDERICA SANFILIPPO – 24/10/90 Fiamme Oro

Due podi stagionali (secondo posto sprint Oestersund, primo posto staffetta Hochfilzen)

Miglior risultato stagionale: secondo posto sprint Oestersund

Federica Sanfilippo sta lottando contro il virus contratto nella prima tappa di Ruhpolding che l’ha costretta a saltare diverse gare, a causa dall’influenza e dal mal di gola che ne hanno limitato le prestazioni nelle ultime uscite. Per l’atleta della Val Ridanna, dopo un esaltante inizio di stagione, con il podio nella sprint di Oestersund e il brillante piazzamento nella 15 km di Ruhpolding, vale lo stesso discorso di Oberhofer, dovrà gestire al meglio il poligono per poi esprimere tutto il suo potenziale sugli sci. La poliziotta finora è stata autrice di una stagione al di sopra di ogni aspettativa e si candiderà sicuramente tra le outsider in ogni competizione.

LISA VITTOZZI – 4/02/1995 Forestale

Due podi conquistati nelle staffette (primo posto Hochfilzen, terzo posto Ruhpolding)

Miglior risultato stagionale: 17esimo posto sprint Canmore

La sapadina Lisa Vittozzi è solida e precisa al poligono, ma cosa più importante ha trovato una buona condizione atletica, che le permette di mantenere un buon passo sugli sci: la speranza è possa crescere comunque in entrambi i fondamentali, per poter fare un ulteriore step ai Mondiali e centrare un’altra medaglia dopo quella ottenuta nella staffetta dello scorso anno a Kontiolahti.

Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

 

Lascia un commento

Top