Biathlon: Dorothea Wierer può alimentare il sogno, Windisch per la conferma a Presque Isle

DSC_0529-min-e1479951125992.jpg

La Coppa del Mondo del biathlon si sposta dal Canada agli Stati Uniti per la sua ottava tappa, che si disputerà nella località di Presque Isle (Maine), con le gare del weekend previste dall’ 11 al 14 febbraio e vedrà molte assenze tra i big, proiettati già verso i Campionati del Mondo di Oslo Holmenkollen.

Non mancherà il dominatore assoluto delle ultime 5 stagioni, Martin Fourcade, che sarà sicuramente l’uomo da battere: il transalpino ha già il margine necessario per puntare alla conquista della sua quinta Coppa del Mondo consecutiva. Il rivale principale anche in questa tappa sarà sicuramente il tedesco Simon Schempp, vincitore di quattro gare in stagione. Il teutonico ad Anterselva ha dimostrato di avere un’ottima condizione sugli sci, testimoniata dalla vittoria nella sprint, anche se a Canmore ha trovato difficoltà ad ambientarsi, nonostante il terzo posto ottenuto sempre nella 10 km.

In casa Norvegia, saranno al via i fratelli Johannes e Tarjei Boe, tra i più in forma sugli sci, mentre salteranno anche questa tappa Emil Hegle Svendsen ed Ole Einar Bjoerndalen, i quali stanno cercando la miglior condizione per il Mondiale di Oslo.

Tra i possibili outsider delle gare del weekend, dobbiamo elencare diversi atleti che possono certamente centrare il podio. Sicuramente il russo Anton Shipulin, brillante vincitore dell’inseguimento di Anterselva e secondo nella sprint di Canmore; sarà un’ottima chance anche per l’austriaco Simon Eder e il tedesco Arnd Peiffer.

In casa Italia c’è un grande clima dopo il successo di Dominik Windisch nella mass start di Canmore e gli azzurri puntano a fare bene anche negli USA per arrivare con il morale a mille per l’appuntamento iridato: occhi puntati quindi sulla coppia altoatesina composta da Dominik Windisch e Lukas Hofer, secondi nella staffetta mista di Canmore. L’obiettivo per Christian De Lorenzi Thomas Bormolini, quinto in Canada con Lisa Vittozzi nella single mixed, sarà entrare nelle prime 30 posizioni.

In campo femminile c’è una spasmodica attesa per il pubblico italiano di vedere ancora all’opera Dorothea Wierer, che ha conquistato ben otto podi in stagione a livello individuale e proverà a dare battaglia per la sfera di cristallo con la francese Marie Dorin-Habert e soprattutto la ceca Gabriela Soukalova. Assenti a Presque Isle le tedesche Laura Dahlmeier e Franziska Hildebrand, ma saranno comunque da tenere d’occhio anche Miriam Goessner e Franziska Preuss, che rientrano tra le grandi favorite, senza sottovalutare la finlandese Kaisa Makarainen.

Karin Oberhofer può essere considerata un’outsider per il podio, se saprà confermare e addirittura migliorare le prestazioni ottenute nelle tappa di Anterselva, dal momento che ha dimostrato di essere in palla sugli sci e in crescita di rendimento anche a livello di percentuali, nonostante gli errori commessi, in particolare nella mista di Canmore. Ci aspettiamo che ritorni al vertice anche Federica Sanfilippo, che ha mancato diversi bersagli in Canada per via del forte vento. Contesto speciale quello americano per la giovane Lisa Vittozzi, che nel 2014 si laureò campionessa mondiale della sprint e dell’inseguimento a livello Youth.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA E GLI ORARI DELLA TAPPA DI PRESQUE ISLE 

 Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top