Biathlon, Coppa del Mondo: la Norvegia vince la staffetta di Presque Isle, 6a l’Italia

Johannes-Boe-2-Biathlon-Romeo-Deganello.jpg

Come da pronostico è la Norvegia a conquistare il successo nella staffetta maschile di Presque Isle, sede dell’ottava tappa della Coppa del Mondo di biathlon.

Il quartetto scandinavo, al secondo trionfo in questo format dopo la vittoria ottenuta a Ruhpoliding, torna sul primo gradino del podio con Lars Birkeland, Erlend Bjontegaard, Johannes Boe e Tarjei Boe. Grande rimonta della squadra norvegese, che ha utilizzato complessivamente sette ricariche, soprattutto grazie ai fratelli Boe, in particolare Johannes, che ha riportato la sua formazione dal quinto al primo posto, permettendo al fratello di gestire al meglio l’ultima frazione.

Seconda posizione per la Francia, al miglior risultato stagionale seppur priva di Martin Fourcade: ottima prova di Simon Fourcade, Quentin Fillon Maillet, Simon Desthiaux e Jean Beatrix, che hanno ricorso a sole due ricariche, dimostrando di essere i più precisi al tiro, tagliando il traguardo a 30.1 secondi dalla Norvegia. Sale sul podio anche la Germania, con Erik Lesser, Andreas Birnbacher, Daniel Boehm e Benedickt Doll, nonostante le pesanti assenze di Simon Schempp e Arnd Peiffer, quest’ultimo caduto nell’inseguimento di ieri: undici le ricariche utilizzate dai tedeschi, con Doll abile a rimontare dalla sesta alla terza posizione in ultima frazione.

Chiudono appena fuori dal podio Russia e Stati Uniti, che si sono giocati il quarto posto in volata, con Tsvetkov che precede al fotofinish Doherty. La formazione dell’Est Europa era in lotta per il successo fino alla quarta frazione, pagando le ricariche utilizzate proprio da Tsvetkov e l’assenza di due atleti di spessore come Anton Shipulin e Evgeniy Garanitchev.

Sesta posizione per l’Italia, una delle poche nazioni a schierare il quartetto “titolare”, centrando così il miglior risultato stagionale: Christian De Lorenzi, Lukas Hofer, Dominik Windisch e Thomas Bormolini sono stati in lotta per il podio lungo tutta la competizione e con Windisch gli azzurri sono stati anche in testa. Dodici le ricariche complessivamente utilizzate dalla formazione italiana, con gli azzurri particolarmente fallosi nelle serie in piedi.

Taglia il traguardo al settimo posto l’Ucraina, che precede la Bielorussia e l’Austria, chiude la top ten il Kazakistan. Tra pochi minuti la gara femminile con Lisa Vittozzi, Karin Oberhofer, Federica Sanfilippo e Dorothea Wierer.

Clicca qui per i risultati ufficiali

Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top