Beach volley, World Tour 2016, Maceiò. Pomeriggio di fuoco! Italia a caccia del podio

menegatti-orsi-toth-27.2.2016.jpg

Caccia al podio aperta per l’Italia del beach volley che già può ritenersi soddisfatta dell’andamento del primo appuntamento brasiliano di una stagione che si svilupperà soprattutto da quelle parti. Si possono mettere una, o forse due ciliegine sulla torta a Maceiò dove oggi si disputano quarti e semifinali del torneo maschile e femminile con due coppie azzurre ancora in corsa.

Attesa enorme per la sfida dei quarti in campo maschile con Alex Ranghieri e Adrian Carambula che provano a rompere il tabu statunitense contro la coppia numero 2 del tabellone, una delle grandi favorite in chiave Rio2016, quella composta da Dalhausser e Lucena.

Gli azzurri hanno incontrato due volte (Olsztyn e Puerto Vallarta) il binomio a stelle e strisce (che non è ancora nel ranking olimpico perché da quando si è formato, a metà della scorsa stagione, ha disputato solo 7 dei 12 tornei richiesti dalla Fivb per qualificarsi a Rio) ed hanno sempre perso al tie break con lo stesso clichè, primo set per gli statunitensi, secondo per gli azzurri e terzo ancora per Dalhausser/Lucena.

Ranghieri/Carambula non battono una coppia statunitense dal luglio scorso quando superarono al tie break Hyden/Bourne. Da allora tre sconfitte su altrettante sfide contro le coppie a stelle e strisce. La partita è in programma alle 14 ora italiana e potrebbe essere visibile in streaming su alcuni siti di scommesse. Chi vince il quarto di finale in semifinale affronterà la vincente di Álvaro Filho/Vitor Felipe (Bra)-Fijalek/Prudel (Pol). Gli altri due quarti: Virgen/Ontiveros (Mex)-Evandro/Pedro Solberg (Bra) e Losiak/Kantor (Pol)-Guto/Saymon (Bra).

Avversario tutto da scoprire, invece, per Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth che, dopo aver fatto fuori le brasiliane al top Juliana/Lima, rispettivamente terza e seconda al Mondiale olandese dello scorso anno, oggi alle 16 cercheranno di conquistare la semifinale contro un’altra coppia brasiliana meno conosciuta ma comunque da non sottovalutare, composta dalla giovanissima Eduarda Santos Lisboa, 17 anni di Belèm e dalla più esperta Elize Maia Saccomandi, di Rio.

Le carioca arrivano dal secondo posto nell’Open di Puerto Vallarta che ha chiuso il 2015 del beach volley femminile e a Maceiò hanno sempre vinto battendo, fra le altre, le statunitensi Fendrick/Sweat e le spagnole Liliana/Baquerizo. Chi vincerà questo quarto di finale affronterà la vincente di Borger/Büthe (Ger)-Gallay/Klug (Arg). Gli altri due quarti: Holtwick/Semmler (Ger)-Agatha/Barbara (Bra), Ludwig/Walkenhorst (Ger)-Meppelink/Van Iersel (Ned).

Lascia un commento

Top