Beach volley, Campionato Italiano Indoor. Meglio tardi che mai?

andreatta-abbiati.jpg

Una tappa e la finale. Quello che era stato un esperimento controverso ma tutto sommato apprezzato lo scorso anno e che sembrava essere scomparso definitivamente dalle agende federali, il campionato italiano indoor di beach volley, riappare magicamente con due appuntamenti tra marzo e aprile, quando ormai la stagione all’aperto è alle porte, senza alcun preavviso, segnale chiaro che (come accade anche in altre discipline olimpiche e non, bisogna dirlo) si naviga a vista nell’organizzazione di tornei a carattere nazionale (la mancanza di fondi è risaputa, quella di intraprendenza e chiarezza da parte di chi muove le fila di questa disciplina affiora ad ogni decisione).

Agli occhi dei più sembrerà un ripiego, per qualcun altro sarà un buon modo per preparare la stagione estiva (è tutto sommato ancora presto per conoscere date e sedi dei tornei del campionato italiano all’aperto), sta di fatto che si apre una piccola prospettiva per tutti i giocatori di beach che non fanno parte del giro della Nazionale (ad prile gli azzurri saranno in piena fase di qualificazione olimpica con tornei in giro per il mondo) e la conquista di un titolo tricolore, seppure un po’ raffazzonato e indoor, non è cosa da poco.

La prima e unica tappa è in programma a Monopoli (Bari) il 19 e 20 marzo, mentre la finale che assegna il titolo tricolore è in programma il 15, 16 e 17 aprile a Spotorno, che anche lo scorso anno ospitò il torneo che assegnò il tricolore a Abbiati/Andreatta tra gli uomini e Toti/Giogoli fra le donne.

Lascia un commento

Top