Basket femminile, Serie A1: un campionato per giovani, Tagliamento e Dotto sugli scudi

basket-femminile-marzia-tagliamento-fb-marzia-tagliamento.jpg

La nazionale italiana di basket femminile è pronta a vivere due partite importanti nelle qualificazioni agli Europei del prossimo anno. Con l’arrivo sulla panchina di Andrea Capobianco, il nuovo CT azzurro ha portato un po’ di cambiamenti all’interno della squadra: sono state richiamate alcune veterane come Laura Macchi e Jennifer Nadalin, ma si è deciso di cominciare fin da subito un ricambio generazionale che ha coinvolto alcuni delle giovani più forti e che sono protagoniste anche con i propri club d’appartenenza.

Classe 1996 e grandissimo talento, ecco la carta d’identità di Marzia Tagliamento, stella della Givova Convergenze Battipaglia e tra le giovani italiane più forti. La 19enne nativa di Brindisi sta viaggiando a quasi 14 punti di media a partita e dopo aver rimandato per infortunio l’esordio con la nazionale maggiore, è pronta ad essere protagonista nella doppia sfida con Montenegro ed Albania.

Il 1996 è certamente un anno importantissimo e davvero fruttuoso per il basket femminile italiano, perchè oltre alla Tagliamento, ci è nata anche Cecilia Zandalasini. Rispetto alla coetanea, la lombarda non ha grandi cifre in termini di media punti e non è una protagonista principale delle fortune italiane ed europee della Famila Schio, ma resta comunque una pedina importante nello scacchiere di coach Mendez.

Tre anni in più delle giocatrici sopra citate, Francesca Dotto è ormai la play titolare della nazionale italiana. La veneta sta facendo benissimo anche con il proprio club, infatti è una delle stelle della capolista Lucca e sta viaggiando a quasi dodici punti e cinque assist di media a partita.
Restando sempre in cabina di regia, fari puntati anche su Ilaria Milazzo, giocatrice dell’Acqua&Sapone Umbertide e già nel giro della nazionale maggiore. Anche lei è una delle giovani sulle quali Capobianco punterà maggiormente in futuro.

Come detto il tecnico azzurro sta cercando di velocizzare il ricambio generazionale e dal campionato sono tante le possibili giovani azzurre pronte a dare il contributo in nazionale: Alessandra Formica è ormai una certezza nel ruolo di centro, ma per le due gare di qualificazione sono state prese in considerazione anche Elisa Ercoli (95′), Sara Bocchetti (93′) e soprattutto Francesca Pan, classe 1997 ed ala della Reyer Venezia.

 

 

Clicca qui per mettere Mi Piace al gruppo Non facciamo morire il movimento del basket femminile

Clicca qui per mettere Mi Piace alla pagina Basket Rosa

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

foto pagina FB di Marzia Tagliamento

Lascia un commento

Top