Basket femminile, Qualificazioni Europei 2017: domani Italia-Montenegro, in palio il primo posto

basket-femminile-italia-gran-bretagna-fb-fip.jpg

Domani sera (ore 19.00 diretta Sky Sport 2 HD) a Schio la nazionale italiana di basket femminile torna in campo per la terza giornata delle qualificazioni all’Europeo del prossimo anno.

L’avversario delle azzurre sarà il Montenegro ed in palio c’è il primo posto del girone e praticamente la quasi certezza matematica di qualificarsi. Dopo le vittorie convincenti con Albania e Gran Bretagna, quello con le montenegrine sarà un test sicuramente più probante per l’Italia contro una squadra capace di raggiungere all’ultimo Eurobasket i quarti di finale, venendo eliminata dalla Spagna per un solo punto.

Il Montenegro si affida alla naturalizzata Angelica Robinson, che ha chiuso gli ultimi Europei ad oltre quindici punti di media ed è certamente la stella della nazionale balcanica. Attenzione anche alla fortissima play Jelena Skerovic, che ha chiuso la rassegna continentale con sette assist di media a partita.
Servirà, dunque, la miglior Italia , anche se i precedenti sono tutti a favore della nostra nazionale che ha superato in due occasioni (l’ultima agli Europei 2013) il Montenegro.

“Sono stati giorni di raduno intenso – ha spiegato Andrea Capobianco – abbiamo lavorato sul concetto del giocare di squadra con l’obiettivo di far rendere al massimo le individualità. Sappiamo bene che sarà durissima contro il Montenegro, formazione che all’EuroBasket Women 2015 è stata sconfitta di un solo punto dalla Spagna nei quarti di finale: hanno un’identità solida, sono forti nel correre il contropiede e capaci di far male in situazioni di pick’n’roll e di post basso. Vantano esterne pericolose dal perimetro, lunghe con punti nelle mani e forti a rimbalzo: la stella è Jelena Dubljevic, temibile sia fronte sia spalle al canestro. Noi ci siamo preparati con attenzione e intensità, per cercare di leggere le situazioni a noi vantaggiose e di creare più problemi possibili alla loro difesa. Servirà l’aiuto di tutti, dentro e fuori dal campo, per battere questo Montenegro”

 

Queste le convocate dell’Italia
4 Chiara Consolini (88, 1.85, G, Passalacqua Spedizioni Ragusa)
6 Sabrina Cinili (89, 1.91, A, Club Deportivo Zamarat)
7 Giorgia Sottana (88, 1.77, P/G, Famila Schio)
8 Giulia Gatti (89, 1.68, P, Famila Basket Schio)
9 Laura Spreafico (91, 1.80, A, Basket Parma)
10 Francesca Dotto (93, 1.70, P, Gesam Gas Luce Lucca)
11 Raffaella Masciadri (80, 1.85, A, Famila Schio)
12 Alessandra Formica (93, 1.89, C, Umana Reyer Venezia Mestre)
14 Kathrin Ress (85, 1.93, C, Famila Schio)
15 Jenifer Nadalin (83, 1.87, A, Passalacqua Spedizioni Ragusa)
16 Gaia Gorini (92, 1.81, P/G, Passalacqua Spedizioni Ragusa)
18 Martina Crippa (89, 1.78, G/A, Gesam Gas Luce Lucca)
20 Martina Bestagno (90, 1.89, C, Famila Schio)
23 Cecilia Zandalasini (96, 1.85, A, Famila Schio)
24 Marzia Tagliamento (96, 1.82, A, Minibasket Battipaglia)
29 Laura Macchi (79, 1.88, A, Famila Schio

Queste le convocate del Montenegro
4 Irena Matovic (1988, 1.85, ala)
5 Jelena Skerovic (1980, 1.77, guardia)
6 Jelena Vucetic (1993, 1.82, playmaker)
8 Natasa Popovic (1982, 1.90, centro)
9 Snezana Aleksic (1989, 1.72, playmaker)
10 Jelena Dubljevic (1987, 1.88, ala)
11 Milica Milosev (1993, 1.85, ala)
12 Iva Perovanovic (1983, 1.88, centro)
14 Bozica Mujovic (1996, 1.76, guardia)
15 Angelica Robinson (1987, 1.98, centro)
20 Kristina Rakovic (1994, 1.85, ala-centro)
21 Marina Vucetic (1993, 1.92, centro)
Milica Jovanovic (1989, 1.89, ala/centro)
Jovana Pasic (1992, 1.83, guardia)
Allenatore: Momir Milatovic

 

 

tutte le dichiarazioni dal sito della FIP

Clicca qui per mettere Mi Piace al gruppo Non facciamo morire il movimento del basket femminile

Clicca qui per mettere Mi Piace alla pagina Basket Rosa

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

foto da pagina FB della FIP

Lascia un commento

Top