Basket, Eurocup Last 16: Trento sconfitta di misura a Saragozza. Nel ritorno tutto è possibile

baskt-julian-wright-trento-fb-aquila-basket-trento.jpg

Arriva una sconfitta di misura con il punteggio finale di 85-83 per la Dolomiti Energia Trento che nella gara d’andata delle Last 16 di Eurocup si deve piegare fuori casa al Saragozza.

In un primo quarto che per metà è equilibrato, è proprio la compagine trentina a piazzare subito un bell’allungo con le giocate di Pascolo e Wright che mandano gli uomini di Buscaglia al mini-break in vantaggio 18-28. La produttività del team italiano è di alto livello e l’intensità difensiva sembra corrisponderne. La Dolomiti Energia tocca anche il +12, ma poi deve subire il rientro degli spagnoli: Kravtsov trascina i suoi che, spinti anche da un buon pubblico, riescono a ricucire il gap sino al 44-45 con cui le contendenti vanno negli spogliatoi.

Al rientro in campo la sfida viaggia sui binari del punto a punto: Saragozza sulle ali dell’entusiasmo prova a mettere la testa avanti Trento però non molla. Bellas e Tomas cercano di creare un gap, il solito Writght e Sutton gli rispondo. Prima degli ultimi seicento secondi si va ad un breve riposo sul 68-66, con i padroni di casa per la prima volta in vantaggio.

Sul parquet le squadre sono indemoniate. Trento mette in fila quattro punti, ma Saragozza ritrova il comando delle operazioni con un miniparziale di 7-0, per il 75-70. 
Le Aquile fanno fatica. I liberi sbagliati iniziano a pesare. Forray e Sutton ottengono un 1/2 a testa mantenendo inalterate le distanze dagli iberici. La fatica comincia ad affiorare, ma Wright è scatenato mandando i suoi sul 77-74. Sutton poi si trasforma in croce e delizia per Buscaglia: prima spreca una comoda schiacciata in campo aperto, commettendo un’infrazione di passi, poi invece penetra nella difesa avversaria segnano il 77-76.  La partita è ben lontana dal finire, nonostante i tre minuti al termine.

Wright si fa cacciare fuori spendendo male il suo quinto fallo. Kravtsov ne approfitta per mettere due liberi a referto, a cui però Sutton risponde subito.
Norel realizza due punti comodi, Lockett sbaglia il pari dall’arco dei tre punti. Saragozza scappa sul 83-78 con Tomas.

Succede di tutto: Pascolo ottiene un viaggio in lunetta, convertito in due punti pieni. Si val sul 83-80. Gli attacchi vanno in confusione. Trento trova un barlume di lucidità. Pascolo stoppa sotto canestro, Poeta ribalta l’azione servendo Sanders che da tre non perdona. Si va sul pari 83-83.

Sembra finita, ma Bellas batte Forray e fa vincere a Saragozza la partita d’andata per 85-83.

Foto: FB Aquila Basket Trento

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top