Atletica: Tamgho torna con una vittoria, Lavillenie OK. I risultati dei Campionati Francesi

Atletica-Teddy-Tamgho.jpg

Aubière ha ospitato nel fine settimana i Campionati Francesi indoor di atletica 2016, prova che ha visto impegnati diversi atleti di livello internazionale.

La vittoria più importante è stata senza dubbio quella di Teddy Tamgho, tornato alle gare dopo il quinto infortunio grave della carriera. Il campione mondiale 2013 di salto triplo non ha ottenuto una misura eccezionale (16.89, a quasi un metro dal suo record mondiale al coperto di 17.92 m), ma si è detto molto soddisfatto per aver ritrovato la pedana con il titolo nazionale. Vittoria senza problemi anche per l’altro big della competizione, Renaud Lavillenie: il campione olimpico di salto con l’asta è arrivato a quota 5.93 metri, per poi fallire tre volte a 6.03 metri, misura che avrebbe migliorato di un centimetro la miglior prestazione mondiale dell’anno, che già detiene. Per lui si tratta del sesto titolo nazionale al coperto, ed il prossimo obiettivo sarà quello di confermarsi campione mondiale indoor nella rassegna iridata di Portland, dove sarà uno dei pochi francesi presenti.

Christophe Lemaitre ha realizzato la doppietta andando a vincere i 60 metri in 6″64 ed i 200 metri in 20″43, miglior prestazione mondiale dell’anno di questa distanza poco tradizionale al coperto. Nei 60 metri ostacoli, Cindy Billaud ha vinto il titolo femminile (8″07), mentre al maschile si è imposto comodamente Pascal Martinot-Lagarde (7″47), che ha approfittato del ritiro di Dimitri Bascou per un fastidio alla coscia. Non erano presenti, invece, Garfield Darien e Wilhem Belocian.

Convincente la prestazione del veterano Kafétien Gomis, che a quasi trentasei anni ha ancora dimostrato di essere competitivo nel salto in lungo, con 8.23 metri. Gomis, come Lavillenie, ha fatto sapere che sarà a Portland per i Mondiali al coperto, mentre Salim Sdiri, che si ritirerà a fine anno, ha disputato la sua ultima competizione indoor chiudendo con un terzo posto (7.79 m).  Sempre in pedana, Jeanine Assani Issouf ha conquistato il titolo femminile di salto triplo (14.17) battendo di un solo centimetro la giovane Rouguy Diallo (14.16, nuovo record nazionale Under 21).

Altra atleta esperta, la trentatreenne Vanessa Boslak ha ottenuto la misura qualificativa per i Giochi Olimpici nel salto con l’asta (4.60 metri), mentre sono ancora in fase di preparazione gli interpreti delle prove multiple: Antoinette Nana Djimou Ida non ha concluso gli 800 metri, ultima prova del pentathlon, mentre Kévin Mayer ha preso parte a delle prove individuali, migliorando i propri primati sui 60 metri ed al peso, prima di sbagliare nei 60 m ostacoli e di rinunciare al salto con l’asta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top