Volley, SuperLega – Trento sfida Perugia, piatto caldo della 14esima giornata. Modena e Civitanova allungano?

Modena-volley-Valerio-Origo.jpg

Lungo weekend per la SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile che si tuffa nella sua 14esima giornata (la terza del girone di ritorno). Il turno sarà infatti spalmato su tre giorni e già questa sera sarà servito il piatto più interessante e importante.

Big match infatti tra Trento e Perugia, un autentico scontro diretto tra terza e quarta della classe, separate da un punto e che si fronteggeranno all’ombra delle Dolomiti, entrambe di rientro dai rispettivi successi in Europa. Si profila una sfida molto intensa e soprattutto decisiva perché solo la vincente potrà provare a tenere il ritmo di Modena e Civitanova, pronte a prendere il largo sulle immediate inseguitrici.

I Campioni d’Italia hanno iniziato l’anno in sofferenza, vincendo in rimonta sul campo di Padova dopo aver perso in Coppa Italia. I ragazzi di Stoytchev hanno forse perduto un po’ di brillantezza (da ritrovare nelle prossime settimane) ma sono trascinati dallo scatenato Djuric che anche da solo guida l’attacco di Trento. Compito però non facile contro Perugia, squadra in palla e che si è ripresa il quarto posto proprio settimana scorsa. Tra l’altro i ragazzi di Kovac hanno già sconfitto gli avversari di giornata nel match d’andata e vanno in cerca del grande scalpo, ma il PalaTrento sembra davvero inviolabile.

Birarelli fa il suo grande rientro a Trento, questa volta da avversario dopo aver incantato per una vita in queste terre. Il capitano della nostra Nazionale ha recuperato da un piccolo problema fisico, ha già giocato in Coppa CEV e ora accanto a Buti vuole credere un bel dispiacere ai suoi ex tifosi che in caso di sconfitta subirebbero anche il sorpasso in classifica. Occhi puntati ovviamente su Aleksandar Atanasijevic ma anche sul duello tra i due palleggiatori (Giannelli e De Cecco), considerando anche che lo stesso Stoytchev chiedeva una maggior attenzione nel fondamentale.

 

 

Classico testa-coda, invece, per la capolista Modena che farà visita al fanalino di coda Milano. Sulla carta una sfida senza storia, ma che i canarini non dovranno sottovalutare dopo aver perso in Champions League sul campo di Danzica e aver superato Verona solo al tie-break. I ragazzi di Lorenzetti vorranno mantenere la vetta della classifica ma si presenteranno al PalaBorsani senza Piano (infortunatosi a Danzica) e con l’incognita Ngapeth che non ha convinto in Europa a differenza dello scatenato Vettori. Dante Boninfante, palleggiatore e uomo di riferimento di Milano, ritroverà così la sua ex squadra.

Civitanova, distaccata da Modena di un solo punto, non vorrà certamente essere da meno e parte da superfavorita contro Latina. La Lube ha già rifilato un doppio 3-0 ai laziali nei quarti di finale di Coppa Italia ma questa volta si riparte da zero e l’ex squadra di coach Blengini, che l’anno scorso eliminò Macerata dalla corsa scudetto, è da prendere con le pinze soprattutto davanti al proprio pubblico. Juantorena ha giocato le ultime partite quindi i vociferati problemi sulla sua spalla sembrano essere rientrati, ormai il modulo con Cester titolare al centro e Urnaut di banda preferito a Parodi sembra diventata la consuetudine (Priddy davvero tesserato? Quando recupera Kovar?). Hirsch e compagni venderanno comunque cara la pelle.

 

Verona riabbraccia esaltata il PalaOlimpia dopo aver domato il Galatasaray in Challenge Cup ma il rientro in campionato, dopo la sconfitta al tie-break contro Trento, è tutt’altro che semplice. Gli scaligeri si troveranno di fronte Molfetta che sta attraversando un brutto momento e che sembra aver perso lo smalto dell’era Gulinelli. I ragazzi di Giani cercano un successo fondamentale per sfruttare al meglio l’incrocio tra Trento e Perugia da cui potrebbero trarre un interessante vantaggio. I gialloblu sembrano aver ritrovato il miglior Starovic che, insieme a Sander e ai muri di Zingel, dovrà battagliare contro la verve di Hernandez.

Importantissima sfida in ottica playoff tra Ravenna e Monza: romagnoli reduci dalla vittoria su Molfetta che li ha rilanciati verso l’ottavo posto, Monza è invece reduce da quattro sconfitte consecutive e ora si trova a inseguire. Renan ritrova la sua ex squadra, in palio punti davvero pesanti che sicuramente saranno decisivi tra un mesetto. Completerà la 14esima giornata di SuperLega il posticipo tra Padova e Piacenza: i veneti possono puntare ai playoff, gli emiliani vogliono conquistare la seconda vittoria stagionale dopo aver convinto contro Civitanova domenica scorsa.

 

Di seguito il programma dettagliato e tutti gli orari della 14esima giornata di SuperLega.

SABATO 23 GENNAIO:

20.30     Diatec Trentino vs Sir Safety Conad Perugia

DOMENICA 24 GENNAIO:

17.00     CMC Romagna vs Gi Group Monza

18.00     Calzedonia Verona vs Exprivia Molfetta

18.00     Revivre Milano vs DHL Modena

18.00     Ninfa Latina vs Cucine Lube Banca Marche Civitanova

LUNEDÌ 25 GENNAIO:

20.30     Tonazzo Padova vs LPR Piacenza

Lascia un commento

Top