Volley, SuperLega – Modena allunga, passo falso di Civitanova! Trento facile, ok Perugia

Vettori-2-Modena-Valerio-Origo.jpg

La 15esima giornata di SuperLega regala sorprese ed emozioni che non ci si poteva aspettare alla vigilia. Civitanova, infatti, lascia per strada un punto fondamentale vincendo solo al tie-break contro Padova (rischiando anche di perdere) e così Modena allunga in vetta alla classifica del massimo campionato italiano di volley maschile, aumentando a due lunghezze il vantaggio sui marchigiani.

Trento rimane in scia, Perugia ora è da sola al quarto posto, lotta apertissima per l’ultimo posto disponibile nei playoff. Si torna in campo già mercoledì sera, il prossimo weekend Final Four di Coppa Italia a Milano.

 

Modena si conferma capolista e riallunga su Civitanova, provando un piccolo tentativo di fuga. I canarini non hanno grossi problemi a battere Monza che ha sempre stretto i denti ma che non è riuscita a tirare fuori il colpaccio nel rush finale dei vari set. A fare la differenza l’attacco più performante degli uomini di Lorenzetti, trascinati dal sempre più eccellente Vettori autore di 15 punti e servito a ripetizione da Bruninho che ha poi potuto contare anche su Petric (11) e su Ngapeth (9, non al top). Botto, dopo aver sbalordito la scorsa settimana, ha abbandonato Monza nel momento meno opportuno (solo 8 punti a referto) e così è stato Andrea Galliani a ergersi nel ruolo di top scorer (14).

 

Civitanova ha rischiato di essere clamorosamente sconfitta da Padova davanti al proprio pubblico dell’Eurosuole Forum. La Lube ha dovuto addirittura annullare due match-point nel tie-break per salvarsi prima di piazzare il colpo vincente che ha permesso ai cucinieri di uscire comunque imbattuti e con due punti. Modena però scappa e aumenta il suo vantaggio in classifica a due lunghezze mentre la sempre pericolosa Trento si avvicina a tre punti.

Blengini ha optato per quello che in campionato sembra essere diventato il sestetto tipo: Christenson e Fei (9 punti e poco presente nella sfida, sostituito a tratti da Miljkovic) in diagonale, Juantorena (14 punti, fatica nei primi due set poi si riprende) e Cebulj (sottotono con 7 marcature) di banda, Cester (5 muri e 15 punti) e Podracanin (decisivo nel tie-break) al centro, Grebennikov il libero. I padroni di casa, però, soffrono i colpi di Giannotti (chiuderà con 23 punti a referto) e compagni: perdono il primo set, rischiano di soccombere anche nel secondo, prima di impattare i conti. I veneti, ora pienamente in corsa per i playoff dopo aver costretto al tie-break Trento e Civitanova, riescono addirittura a vincere il quarto set costringendo Civitanova a lasciare sul piatto un punto.

A fare la differenza l’ingresso nel neoacquisto Priddy. Il Campione Olimpico 2008 subentra a Cebulj sul 18-20 del secondo set, rovescia il parziale insieme a Juantorena e probabilmente cambia il volto dell’intera partita..

 

Trento, invece, non molla un colpo e si mantiene a cinque punti dalla vetta, accorciando invece le distanze sulla Lube. A Piacenza è stato tutto troppo facile per i Campioni d’Italia, trascinati da un muro vertiginoso (13 di squadra, 5 stampatone a testa per i due centrali Solé e Van De Voorde). Spiccano anche i 12 punti del top scorer Djuric e i tre aces del martello Urnaut. Surclassati gli emiliani, sempre più in crisi: ora arriverà davvero il taglio degli stipendi per Zlatanov e compagni?

 

Perugia conquista in solitaria il quarto posto sconfiggendo Ravenna in rimonta, dopo essere stato sotto 2-0. Sugli scudi il solito Atanasijevic (24 punti, 4 aces) e uno sbalorditivo Fromm (21) in barba ai suoi problemi fisici, senza dimenticarsi dei 4 muri di Birarelli. Ai romagnoli non sono bastati i 33 punti (4 muri, 3 aces) di uno fantascientifico Torres.

I Block Devils hanno infatti approfittato del tonfo casalingo di Verona, sconfitta al tie-break da Latina. I ragazzi di Giani si sono fatti beffare da Hirsh (25 punti) e compagni. Non hanno fatto la differenza i 20 punti a testa di Kovacevic e Sander, Starovic a totale riposo e non sostituito al meglio da Bellei/Lecat.

Molfetta rafforza il sesto posto in classifica asfaltando il fanalino di coda Milano. Al PalaPoli, davanti al proprio pubblico che ha inaugurato le nuove tribune, i pugliesi hanno festeggiato il successo grazie ai 23 punti (4 aces) del solito bomber Hernandez e all’ottima prestazione di squadra al servizio (10).

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati della 15esima giornata e la nuova classifica di SuperLega:

Exprivia Molfetta vs Revivre Milano        3-0 (25-21; 25-20; 25-21)

LPR Piacenza vs Diatec Trentino         0-3 (14-25; 17-25; 15-25)

Cucine Lube Banca Marche Civitanova vs Tonazzo Padova        3-2 (20-25; 25-22; 25-14; 20-25; 17-15)

Sir Safety Conad Perugia vs CMC Romagna        3-2 (27-29; 22-25; 25-23; 25-17; 15-11)

DHL Modena vs Gi Group Monza           3-0 (25-22; 25-22; 28-26)

Calzedonia Verona vs Ninfa Latina           2-3 (25-22; 22-25; 18-25; 25-19; 13-15)

 

# SQUADRE PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Modena 40 15 14
2. Civitanova 38 15 13
3. Trento 35 15 13
4. Perugia 30 15 10
5. Verona 29 15 9
6. Molfetta 23 15 8
7. Latina 20 15 7
8. Monza 15 15 5
9. Padova 15 15 4
10. Ravenna 14 15 4
11. Piacenza 6 15 2
12. Milano 5 15 1

 

Lascia un commento

Top