Volley, Qualificazione Olimpiadi 2016 – Cambiate le regole del preolimpico di Tokyo! Italia, volare a Rio è più facile

Italia-preolimpico-volley-squadra-giovane.jpg

La Federazione Internazionale Volley ha rivisto i criteri di qualificazione alle Olimpiadi 2016, correggendo il regolamento del torneo mondiale in programma a Tokyo (Giappone), quello a cui parteciperà anche l’Italia femminile dal 14 al 22 maggio. Comunicazione avvenuta in sordina, modificando un regolamento già pubblicato e senza darne un nuovo risalto…

 

Fino a qualche giorno fa, infatti, si sapeva che si sarebbero qualificate alle Olimpiadi le migliori tre squadre classificate in generale tra le otto partecipanti più la miglior squadra asiatica che non salisse sul podio.

Ad esempio: il Giappone vince il torneo precedendo nell’ordine Olanda, Repubblica Dominicana, Italia, Corea del Sud. A Rio ci sarebbero andate appunto le prime tre classificate (cioè nipponiche, oranjes e caraibiche) e la miglior asiatica giù dal podio (cioè Kim e compagne), escludendo l’Italia.

 

CLICCA QUI PER CONOSCERE TUTTE LE PARTECIPANTI AL TORNEO DI QUALIFICAZIONE ALLE OLIMPIADI

CLICCA QUI PER CONOSCERE TUTTE LE SQUADRE QUALIFICATE ALLE OLIMPIADI 2016

 

Ora, invece, il regolamento è stato modificato in una maniera più invitante per l’Italia, con l’aggiunta di una postilla importantissima! Se una asiatica sarà tra le migliori tre classificate, allora si qualificherà alle Olimpiadi la quarta classificata indipendentemente dal Continente di provenienza. L’Italia ha molte più chance di qualificarsi a Rio! Un esempio chiarirà meglio la situazione.

Ipotizziamo la stessa classifica già citata pocanzi: Giappone, Olanda, Repubblica Dominicana, Italia, Corea del Sud. A qualificarsi alle Olimpiadi saranno: il Giappone (miglior asiatica); Olanda, Repubblica Dominicana e Italia come le altre tre meglio piazzate.

In sostanza le azzurre dovranno vincere assolutamente contro Perù, Thailandia e Kazakhstan (mai citate nei nostri esempi perché sulla carta sono tecnicamente inferiori alle altre squadre presenti) e poi vincere almeno uno “scontro diretto” con le altre quattro squadre per avvicinarsi in maniera importante alla quinta Olimpiade della nostra storia. Basterà dunque essere tra le prime quattro classificate per avere la certezza di volare a Rio (salvo imprese di Perù, Thailandia e Kazakhstan che appaiono alquanto improbabili).

 

Per completezza ipotizziamo anche altri due esempi per chiarire meglio la situazione. L’Italia vince il torneo davanti a Olanda, Repubblica Dominicana, Giappone. Alle Olimpiadi volano Italia, Olanda e Dominicana come prime tre classificate e il Giappone come miglior squadra asiatica.

Il Giappone vince il torneo davanti a Olanda, Repubblica Dominicana, Corea del Sud, Italia. In questo caso la Corea del Sud si qualifica come quarta meglio classificata senza contare la migliore asiatica e l’Italia sarebbe esclusa dalle Olimpiadi.

 

Gli stessi discorsi valgono anche per il torneo maschile in programma sempre a Tokyo dal 28 maggio al 5 giugno e a cui parteciperanno Polonia, Francia, Giappone, Iran, Australia, Cina, Venezuela, Canada.

Da decidere ancora sedi e date degli altri due tornei mondiali che assegneranno gli ultimi due pass: uno per la vincitrice del torneo maschile tra Cile, Messico, Tunisia e Algeria; uno per la vincitrice del torneo femminile tra Colombia, Porto Rico e due africane (seconda e terza classifica del torneo continentale in programma a metà febbraio).

 

Lascia un commento

Top