Volley, Champions League – Ruggito Casalmaggiore: vince il girone con le Campionesse d’Europa! Novara eliminata

392.jpg

Mercoledì agrodolce per l’Italia in Europa. Dopo l’en-plein nella Champions League maschile (Modena, Civitanova e Trento qualificate agli ottavi di finale), al femminile non riesce purtroppo il tris causa eliminazione di Novara. Si sorride, però, grazie a una nuova magia di Casalmaggiore che vince il proprio girone e al passaggio del turno di Piacenza. Al maschile Perugia si qualifica al challenge round della Coppa CEV.

Domani il sorteggio dei tabellone ad eliminazione diretta della Champions League e della CEV Cup, in serata giocherà Verona per il ritorno degli ottavi di finale di Challenge Cup maschile (in trasferta contro il Galatasaray Istanbul).

 

Casalmaggiore entra sempre più nella storia della Champions League! Alla loro prima apparizione in Europa, le Campionesse d’Italia non si sono accontentate di qualificarsi agli ottavi di finale disputando un autentico girone della morte con le Campionesse d’Europa (l’Eczacibasi Istanbul di Caprara) e le Campionesse di Polonia (il Chemik Police di Cuccarini). No, hanno pure voluto vincere la Pool C garantendosi così un accoppiamento più morbido in vista del prossimo turno ad eliminazione diretta.

Al PalaRadi di Cremona, davanti a tutto il popolo in rosa, le ragazze di Barbolini sono volate subito sul 2-0 contro l’Eczacibasi. Proprio quei due set che servivano per blindare il primo posto in classifica dopo aver già vinto quattro partite (tre in trasferta). A quel punto Casalmaggiore ha messo un po’ i remi in barca ed è stata sconfitta dalle avversarie per 3-2 (23-25; 20-25; 25-18; 25-22; 15-8), risultato che ha permesso alle turche di passare il turno (stando alle ultime voci dovrebbero organizzare la Final Four). Anche il Chemik Police si qualifica agli ottavi di finale come miglior terza classificata tra i sei raggruppamenti della Champions League.

Un gioco perfetto e sontuoso per due set ha spedito Casalmaggiore verso un sogno. Top scorer Stevanovic (16 punti, 7 muri) e Tirozzi (16 punti), da annotare anche i 6 muri di Gibbemeyer, la perfetta regia di Carli Llyod, il buon apporto di Lucia Bacchi, Valentina Tirozzi che ha siglato il punto del 2-0, sempre con l’assenza forzata di Francesca Piccinini. Dall’altra parte della rete super Larson (24 punti), male Poljak, Kreklov e il neo acquisto Toksoy tenute in panchina.

CLASSIFICA POOL C: Pomì Casalmaggiore 4 vittorie (13 punti), Eczacibasi VitrA Istanbul 4 vittorie (11 punti), Chemik Police 4 vittorie (11 punti), Agel Prostejov 0 vittorie (1 punto).

 

Novara è stata invece eliminata dalla Champions League e si dovrà consolare con la retrocessione alla CEV Cup (ripartirà dal challenge round dove sfiderà una delle quattro formazioni rimaste in corsa nella seconda competizione continentale: in palio un posto in semifinale).

Le piemontesi si sono presentate all’ultimo appuntamento del girone con l’acqua alla gola: dovevano sconfiggere da tre punti il VakifBank e sperare in una serie di risultati dagli altri campi. Le ragazze di Fenoglio, però, non hanno fatto nemmeno il suo venendo sconfitte dalle turche per 3-2 (25-20; 21-25; 25-21; 21-25; 15-12).

Schierato il sestetto tipo con Fabris opposta (19 punti) a Signorile, Guiggi e Bonifacio al centro (addirittura 8 muri al posto di Chirichella), Fawcett (9 punti) di banda con Cruz (12), Sansonna il libero. La qualificazione sfuma quando le turche volano sul 2-1 ma era già stata gettata alle ortiche con le sconfitte maturate nelle partite precedenti, soprattutto contro il Sopot di Micelli che invece passa il turno insieme al VakifBank di Guidetti.

CLASSIFICA POOL B: VakifBank Istanbul 6 vittorie (17 punti), PGE Atom Trefl Sopot 4 vittorie (12 punti), Igor Gorgonzola Novara 2 vittorie (7 punti), Calcit Ljubljana 0 vittorie (0 punti).

 

Costa cara la prima sconfitta stagionale in Champions League per Piacenza. Le emiliane vengono spazzate via dalla Dinamo Mosca con un netto 3-0 (25-18; 25-17; 25-22) nella sfida che assegnava il primo posto nella Pool E.

Le ragazze di Gaspari erano già certe della qualificazione agli ottavi di finale dopo aver ottenuto cinque vittorie consecutive ma domani saranno attese da un sorteggio meno morbido di quello che le avrebbe attese in caso di un successo odierno sul campo delle russe.

Le padrone di casa hanno però dimostrato tutta la loro superiorità tecnica (nonostante la Nordmeccanica si fosse imposta per 3-1 nel match d’andata). La squadra della capitale ha puntato il mirino su Flo Meijners (11 punti) mettendola in difficoltà in seconda linea, ha spinto molto sul servizio ma soprattutto sul solito attacco micidiale trascinato da stelle del calibro di Obmochaeva (23 punti), senza dimenticare i 4 muri di Fetisova.

Ognjenovic, causa problemi in ricezione, non è riuscita a giocare come voleva, Marcon ha chiuso con un sonoro 0 in attacco, nei primi due set solo la coppia di centrali Belien-Bauer (15 e 11 punti a testa, con 3 e 4 muri) è riuscita a imporsi. Male anche Sorokaite in attacco (33%, 10 punti).

CLASSIFICA POOL F: Dinamo Mosca 5 vittorie (15 punti), Nordmeccanica Piacenza 5 vittorie (14 punti), CS Volei Alba Blaj 2 vittorie (7 punti), Rocheville Le Cannet 0 vittorie (0 punti).

 

Tutto facile per Perugia impegnata nel ritorno dei quarti di finale della Coppa CEV maschile. Al PalaEvangelisti i Block Devils hanno surclassato il SWD powervolleys Dueren con un agevole 3-0 (25-15; 25-14; 25-17) dopo aver già trionfato all’andata per 3-1.

Gli umbri accedono così al challenge round della seconda competizione continentale dove incontreranno una squadra retrocessa dalla Champions League (da evitare la Dinamo Mosca di Ivan Zaytsev).

I tedeschi sono stati schiacciati grazie a una grande prova a muro (11) e un ottimo servizio (6 aces) che hanno fatto da sfondo a un attacco perfetto. Kovac è partito con la formazione titolare schierando Atanasijevic in diagonale con De Cecco, Kaliberda e Fromm di banda, Buti e Birarelli al centro, ma Fanuli come libero al posto di Giovi. Dopo aver vinto i primi due set che hanno sancito la qualificazione via al turnover e in campo sono rimasti solo Buti e Fromm (chiuderà da top scorer con 17 punti), con l’ingresso di Holt, Dimitrov, Tzioumakas, Elia.

 

 

(foto Roberto Muliere)

Lascia un commento

Top