Tournée 4 Trampolini 2016: la consacrazione di Prevc, Freund barcolla ma non molla

Prevc-Salto-libera.jpg

Tre vittorie su quattro, sette serie su otto. Questi gli strabilianti numeri di Peter Prevc nell’arco della 64esima edizione della Tournée dei Quattro Trampolini. Estendendo il periodo di analisi all’inizio della stagione arriviamo a 6 vittorie su 11 gare con 10 podi all’attivo e 924 punti conquistati in Coppa del mondo con una media di 84 per gara.

Peter Prevc è probabilmente nel miglior momento della carriera, sia da un punto di vista tecnico e atletico che di risultati. Mai era riuscito a vincere così tante gare in una singola stagione e quanto fatto fino ad ora ha dell’incredibile. Una facilità nel librarsi in aria che non si vedeva da tempo nel mondo del salto con gli sci e una capacità di cogliere il massimo risultato in tutti i contesti gara che quasi sorprende. Nelle ultime stagioni la tecnica del 22enne sloveno è evoluta, rendendolo più adatto a trovare solidità e costanza di rendimento nel corso dell’intera stagione. Gli unici buchi fatti da Prevc sono arrivate in circostanze particolari: l’unico podio mancato della stagione è maturato a Lillehammer in una gara conclusasi dopo una sola serie di salti a causa delle impervie condizioni del vento, mentre nella Tournée ha mancato il Grande Slam (ovvero l’impresa di vincere tutte e quattro le gare) a causa di un cambiamento repentino del vento nella seconda serie di Oberstdorf, gara nella quale era al comando dopo il primo salto.

Grazie alle 3 vittorie consecutive conquistate tra Garmisch-Partenkirchen, Innsbruck e Bischofshofen, cui vanno aggiunti i tre successi conquistati prima della Tournée a Nizhny Tagil ed Engelberg, è naturale che Prevc abbia preso un discreto margine nella classifica generale di Coppa del mondo, con i più immediati inseguitori ad oltre 200 punti. Da piazzato di lusso, Prevc si è improvvisamente scoperto capace di dominare la competizione più importante della stagione, cogliendo il primo successo di questa rilevanza in carriera. Con i Mondiali di volo con gli sci alle porte e la Coppa del mondo alla portata, questa stagione potrebbe essere la prima della dinastia Prevc.

L’avversario principale, anche per quanto visto nelle ultime settimane, resta Severin Freund, un saltatore completo e solido capace di dare il meglio in tutte le situazioni. Il tedesco ha chiuso sempre sul podio le gare della Tournée, un risultato che in altre occasioni gli avrebbe permesso di vincere il Trofeo o quantomeno di giocarselo fino all’ultima gara. In questa occasione si è dovuto accontentare della seconda posizione a debita distanza dall’avversario sloveno. Nonostante tutto, però, ha continuato a saltare in maniera tecnicamente egregia, limitando anche i danni in classifica generale. Nonostante gli schiaffi Freund è rimasto in piedi e sembra ancora un avversario credibile nella corsa alla Sfera di Cristallo. Da valutare, sia su Prevc che su Freund, possibili ripercussioni psicologiche della Tournèe nelle prossime gare e nei prossimi mesi ma entrambi in passato hanno dimostrato di poter gestire queste situazioni.

Alle loro spalle ha chiuso Michael Hayböck, che sembra finalmente entrato in forma dopo una prima parte di stagione non brillantissima. L’austriaco ha chiuso in terza posizione continuando la striscia di podi austriaci nella Tournée che dura dal 2006/2007. Purtroppo non è riuscito a portare le vittorie austriache consecutive a quota sette ma le sue prestazioni sono state di livello per tutte e quattro le gare. Non si è espresso ai livelli dello scorso anno Stefan Kraft, ma nonostante questo sembra stia trovando una condizione sempre migliore in vista della seconda parte di stagione.

Quarta piazza per Kenneth Gangnes. Il norvegese ha iniziato la stagione in maniera superlativa e continua sfornare prestazioni da primo della classe in serie. Un nome interessante anche in ottica classifica generale, dove si è mantenuto sul terzo gradino del podio nonostante Prevc e Freund sembrino oggettivamente difficili da raggiungere.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top