Tour Down Under 2016: il percorso e le tappe della prima corsa World Tour dell’anno

Pozzovivo-Ciclismo-Valerio-Origo-e1449584275491.jpg

È la prima corsa World Tour del 2016. Ormai una piccola tradizione per tanti ciclisti aprire la stagione in Australia, con il Tour Down Under. Percorso non eccessivamente impegnativo che andiamo a scoprire insieme.

19 gennaio, prima tappa: Prospect › Lyndoch, 130,8 km
Giornata mossa come ce ne saranno tante nella settimana di gare. Il percorso è mosso ma non abbastanza impegnativo per mettere in difficoltà i velocisti che dovrebbero giocarsi il successo in un finale semplice.

20 gennaio, seconda tappa: Unley › Stirling, 132 chilometri
Anche in questa seconda frazione tanti mangia e bevi che però potrebbero non fare la differenza. Potrbbe essere più difficile vedere davanti gli sprinter ma dipenderà molto da come sarà interpretata la corsa.

21 gennaio, terza tappa: Glenelg › Campbelltown, 139 chilometri
Frazione breve come le precedenti ma con una salita di un paio di chilometri a 6 dalla conclusione. Pendenze importanti prima della picchiata verso l’arrivo che potrebbe a sua volta frazionare il gruppo. Giornata calda e non solo per la temperatura australiana.

22 gennaio, quarta tappa: Norwood › Victor Harbor, 138 chilometri
Una salita a 20 chilometri dall’arrivo per mescolare le carte a caratterizzare questa frazione. Difficile capire quale incidenza potrebbe avere sulla corsa ma alcuni velocisti potrebbero resistere in gruppo. Il finale è pianeggiante.

23 gennaio, quinta tappa: McLaren Vale › Willunga Hill, 151,5 chilometri
Nel finale si affronterà la salita divenuta simbolo della corsa dove lo scorso anno vinse Richie Porte. Poco più d 3 chilometri con pendenze importanti dove gli uomini più in forma potrebbero scavare distacchi non indifferenti.

24 gennaio, sesta tappa: Adelaide › Adelaide, 90 chilometri
Circuito che potrebbe regalare sorprese con un dislivello quantomeno interessante per provare a mettere in difficoltà le squadre dei velocisti. Difficile anche solo immaginare di ribaltare la situazione.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Valerio Origo

Tag

Lascia un commento

Top