Tennis, WTA Shenzhen-Auckland: trionfi per Agnieszka Radwanska e Sloane Stephens

tennis-radwanska-fb-agnieszka-radwanska.jpg

Nella mattinata italiana due finali sono state di scena nel WTA di Shenzhen in Cina e Auckland in Australia. In Oriente successo per la numero 5 del mondo Agnieszka Radwanska contro la statunitense Alison Riske, numero 97 del ranking, 6-3 6-2 in 1 ora e 17 minuti di gioco. Sul cemento australiano, invece, Sloane Stephens ha avuto la meglio sulla tedesca Julia Goerges per 7-5 6-2 in 1 ora e 18 minuti.

Nell’ultimo atto cinese, dominio assoluto della Radwanska che ha fatto valere il peso diverso del suo tennis al cospetto di una Riske, incapace di mettere in difficoltà la polacca. Dopo un inizio equilibrato, dove l’americana riesce anche a costruirsi una palla break sul 1-1, nel nono game Agnieszka cambia marcia, strappando il servizio alla sua avversaria e chiudendo la prima frazione, al terzo set point, 6-3.

Nel secondo set, la partita si fa ancor più in discesa per la vincitrice delle WTA Finals 2015. Calano, infatti, le percentuali in risposta della giocatrice stelle e strisce (23%) come anche i punti ottenuti con la prima in battuta (50%). Un monologo nel quale la quinta tennista del mondo concede solo una palla break (sul 2-2), strappando poi il servizio alla sua rivale in ben due occasioni (sesto ed ottavo game). Il 6-2 finale incorona la “Maga” al primo titolo del 2016.

Ad Auckland, come detto, vittoria della Stephens che, dopo il sorprendente successo in semifinale con Caroline Wozniacki, ha confermato i favori del pronostico contro la Goerges, numero 50 WTA. Nel primo parziale, grande equilibrio e scambi dominati dai turni al servizio, con solo 3 palle break concesse dalle due giocatrici. Sul 5-5 però la statunitense mette subito sotto pressione la sua avversaria, prima andando 15-40, e poi avanti ai vantaggi, capitalizzando l’occasione al meglio. Un break decisivo che consegna il set a Sloane.

Nella seconda frazione, un po’ come accaduto nel match in Cina, la partita finisce nelle mani della vincitrice del primo parziale. La tedesca, infatti, non riesce più ad essere incisiva nello scambio, perdendo in efficacia nello scambio (al di sotto del 30% nei punti ottenuti contro la battuta della Stephens). Ne consegue un 6-2 per l’americana, con due break al terzo ed ottavo game, che non lascia scampo alle speranze della teutonica.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Agnieszka Radwanska

Lascia un commento

Top