Tennis, Australian Open 2016: trionfo di Angelique Kerber, Serena Williams sconfitta in finale

12661748_10153911655588615_6635364962702178244_n.jpg

“L’impensabile è accaduto, l’inconcepibile si è avverato”. A distanza di 22 anni, dopo Steffi Graf,  una tennista tedesca torna a vincere gli Australian Open ed è Angelique Kerber. La numero 6 del mondo ha trionfato, sconfiggendo incredibilmente la favoritissima della vigilia Serena Williams, teste n.1 del torneo, con il punteggio di 6-4 3-6 6-4 in 2 ore 10 minuti di gioco.

Un incontro spettacolare ed emozionante quello andato in scena sulla Rod Laver Arena di Melbourne in cui la teutonica ha fatto capire fin dal primo 15 del match di essere pronta a centrare il bersaglio grosso, difendendo l’impossibile ed allungando lo scambio in modo letale per Serena. Nel primo set, Angelique si porta avanti di un break nel terzo game, sfruttando i tanti errori di una Willams poco paziente. Un tennis scostante quello dell’americana capace di alternare momenti di grande qualità ad altri di buio. Barlumi di classe che le consentono nel sesto gioco di pareggiare lo score sul 3-3 ma di non poter fare nulla sul proprio turno in battuta successivo, perdendo nuovamente il servizio, cosa mai accaduta in tutto il torneo. La tedesca, avanti 4-3, acquisisce fiducia e convinzione, mettendo in grave difficoltà la numero 1 del mondo, soprattutto da un punto di vista mentale per la desuetudine della statunitense a giocare una palla in più. Una continuità che frutta alla Kerber la frazione vinta 6-4 con statistiche eccezionali: 3 errori non forzati, l’80% dei punti sulla prima in battuta, 2/2 le palle break sfruttate e 1 ace.

Nel secondo parziale, Serena prova a placare la sua foga, cercando di dare un ritmo vario e meno prevedibile al suo tennis. Un cambiamento che premia la sei volte vincitrice degli Open australiani con il break nel terzo game, mantenuto nei turni di servizio successivi nei quali anche la resa in termini di punti è migliore: 3 aces. Di contro, la tedesca comincia ad avere difficoltà nell’opporre una valida resistenza alla potenza disarmante di Serena. Troppo difensivo il gioco della teutonica che vede così sfumare il secondo set, perso 6-3.

Sembra, dunque, che l’inerzia dell’incontro sia favorevole alla Williams ed invece non è così. Nel terzo e decisivo parziale, Angelique entra in campo con un piglio diverso, senza limitarsi alla difesa, ma anche attaccando sulla seconda in battuta della numero 1 WTA per costruirsi palle break. Il secondo game è da manuale per la Kerber, strappando a zero il servizio alla sua avversaria. Il match è bellissimo ed entrambe le giocatrici alzano il proprio livello. Serena impatta immediatamente sul 2-2, impressionando per l’efficacia dei suoi colpi di rovescio.  La tedesca non sta a guardare e nel game più spettacolare del confronto, il sesto durato più di 10′, ottiene un altro break consentendole poi di servire per la vittoria sul 5-3. Ancora una volta però, la determinazione della statunitense fa la differenza e con Angelique a due punti dal successo, ribalta nuovamente la situazione con due dritti che non lasciano scampo alla rivale. Si va sul 5-4 e del tutto inaspettatamente è la tedesca ad essere più decisa, sfruttando le percentuali scarse della Willams sulla prima e aggredendola immediatamente. Gioco che si decide ai vantaggi e due errori sono letali alla teste di serie numero 1 e premiano la tenacia della Kerber al primo successo di uno Slam.

What a FEELING…Angelique Kerber celebrates her first Grand Slam title win. #ausopen

Pubblicato da Australian Open su Sabato 30 gennaio 2016

angelique kerber

www.ausopen.com

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Australian Open

Lascia un commento

Top