Tennis, Australian Open 2016: l’Italia punto tutto sul trio Vinci,Errani,Giorgi

tennis-roberta-vinci-us-open-fb-roberta-vinci.jpg

Il tennis femminile italiano riparte dalla finale tutta azzurra degli Us Open, ma è stato un evento incredibile e probabilmente irripetibile e dunque agli ormai imminenti Australian Open l’obiettivo è quello di arrivare alla seconda settimana per le nostre portacolori.

Non c’è Flavia Pennetta, che, proprio dopo la finale di New York, ha deciso di ritirarsi, e dunque fari puntati su Roberta Vinci, Sara Errani e Camila Giorgi. Tutte e tre hanno la possibilità, magari sfruttando anche un tabellone favorevole, di accedere alla seconda settimana dello Slam australiano; anche perchè in questa prima parte di stagione i risultati sono stati abbastanza soddisfacenti e lo stato di forma sembra essere buono.

In termine di ranking e quindi anche a livello di teste di serie la migliore è Roberta Vinci (15 al mondo). La pugliese, però, vanta solamente un terzo turno come miglior risultato a Melbourne e dunque cerca di approdare agli ottavi per la prima volta. Certo la Vinci di fine scorsa stagione non dovrebbe avere grossi problemi, ma è difficile che Roberta possa giocare su quei livelli già in questi primi mesi dell’anno.

Chi ha saputo spingersi fino ai quarti di finale, ma era il 2012, è Sara Errani. La bolognese ha vissuto un 2015 difficile e cerca in questa stagione il riscatto e soprattutto una risalita nella classifica mondiale, dove attualmente si trova al diciannovesimo posto. Lo scorso anno è uscita al terzo turno, dopo una battaglia con la belga Wickmayer e quindi ci sono comunque punti preziosi da difendere.

Capitolo Camila Giorgi: potenzialmente può arrivare fin dove vuole, ma ormai la marchigiana è una vera e propria incognita. Sulla carta sul cemento è la miglior giocatrice azzurra, ma vederla uscire malamente al primo turno non sarebbe una novità. Deve essere l’anno della definitiva maturazione per Camila e gli Australian Open sono subito un primo banco di prova per dimostrare di essere cambiata.

Dalle qualificazioni si spera possa entrare in tabellone anche Francesca Schiavone. La leonessa è pronta a ruggire e combattere ancora una volta, forse l’ultima della carriera in Australia.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB Fabio Fognini

Lascia un commento

Top