Tennis, Australian Open 2016: Djokovic inarrestabile. Battuto Federer e sesta finale a Melbourne

tennis-novak-djokovic-melbourne-fb-australian-open.jpg

Probabilmente è il match del definitivo passaggio di consegna. Il dominatore indiscusso, il vero numero uno del tennis mondiale è Novak Djokovic. Il serbo sconfigge Roger Federer in quattro set (6-1 6-2 3-6 6-3) nella semifinale degli Australian Open. Nole si qualifica per la sesta finale della carriera a Melbourne (un record per l’era Open) e andrà alla caccia del suo sesto titolo in Australia e del record di Roy Emerson

Grazie a questa vittoria Djokovic supera Federer negli scontri diretti (23-22), imponendosi ancora una volta negli Slam contro lo svizzero, che non vince contro il numero uno del mondo da Wimbledon 2012.

Nei primi due set non c’è partita con Djokovic che mantiene un livello di gioco insostenibile per lo svizzero. La prima frazione scivola via rapidamente in ventitré minuti per 6-1 in favore del serbo e anche la seconda mantiene lo stesso copione. Questa volte Federer ottiene un game in più, ma il numero tre del mondo non sembra davvero riuscire a trovare delle contromosse contro il Djokovic di questi primi due set.

All’orizzonte comincia ad intravedersi una delle peggiori sconfitte di sempre in carriera per Federer negli Slam, ma l’elvetico ha una reazione e riesce prima a difendere una palla break nel quinto gioco e poi successivamente strappare il servizio al serbo in un sesto game interminabile. Roger prende coraggio e si fa sempre più aggressivo e costringe Djokovic a commettere qualche errore dopo la perfezione dei primi due set. Alla fine Federer tiene il servizio e chiude 6-3, portando il match al quarto.

Finalmente c’è una partita, ma il numero uno del mondo non risente assolutamente del set perso. Il momento decisivo arriva nell’ottavo game con Federer al servizio. Nole scappa 0-30, ma Roger grazie anche alla sua classe rimonta e va 30-30, ma due passanti del serbo (uno con l’aiuto del nastro) portano ad un break decisivo. Federer si spegne e Djokovic tiene a zero il servizio e vola in finale.

Il numero uno del mondo attende ora di conoscere il suo prossimo avversario, che verrà fuori dall’altra semifinale, che mette di fronte Andy Murray e Milos Raonic. Da una parte la solidità del britannico, numero due del mondo e probabilmente l’unico che può fermare questo Djokovic; dall’altra c’è il giocatore che si è messo maggiormente in luce in questa prima parte di 2016 (ha vinto anche il torneo di Sydney). Nei precedenti perfetta parità con tre vittorie a testa, ma il canadese non batte Murray (favorito) da Indian Wells 2014.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB Australian Open

Lascia un commento

Top