Tennis, Australian Open 2016: amara sconfitta per Fabio Fognini al primo turno

tennis-fabio-fognini-us-open2015-fb-fognini.jpg

Notte fonda per Fabio Fognini nel primo turno degli Australian Open 2016. L’azzurro termina subito la sua corsa a Melbourne, sconfitto in quattro set dal lussemburghese Gilles Muller, numero 38 ATP, terminati tutti al tie-break in 4 ore e 1 minuti di gioco.

Una grossa delusione il ko di Fognini, inatteso viste le prestazioni dei tornei cui aveva preso parte il ligure, in avvicinamento allo Slam. Nel primo set, il dominio del servizio è assoluto ed entrambi i giocatori concedono pochissimo alla risposta dell’avversario. Solo Fabio riesce a costruirsi una palla break sul 2-2, annullata poi da Muller ai vantaggi. Al tie-break, l’andamento è equilibrato ma Fognini va avanti 6-5, avendo un set point sulla battuta del lussemburghese senza però capitalizzarlo. Un episodio che costa caro al nostro portacolori il quale, nel proprio turno al servizio, concederà il mini-break decisivo valso il set (8-6).

Nel secondo parziale, il canovaccio dell’incontro non muta e sono davvero pochi i punti a fare la differenza, soprattutto in presenza di un giocatore come Muller che ha nella battuta una delle proprie armi. Fognini, in verità, avrebbe due palle per ottenere il break nel quinto game, il più lungo della frazione, ma ancora una volta il rivale ne esce “incolume”. Un altro epilogo al tie-break e nuovamente il lussemburghese si dimostra più lucido dell’azzurro nei momenti topici. Altra palla set sprecata da Fognini ed altra chance invece sfruttata, al secondo tentativo, dal numero 38 del mondo (9-7).

Nella terza frazione prosegue il monologo dei turni in battuta fino 6-5 dove Muller ha due match point, con Fognini al servizio L’italiano, però, riesce abilmente ad annullare le due chance e protrae l’incontro al tie-break dove, stavolta, è lui ad essere più efficace, aggiudicandosi la frazione (7-5). Nel quarto set si rompe l’incantesimo della battuta. Sia Fognini che Muller, infatti, concedono il break nel primo e nel sesto gioco senza però alterare l’equilibrio di una partita che ha vissuto sul filo del rasoio dal primo quindici. Altro tie-break e crollo mentale di Fabio che non riesce più a ritrovare efficacia nei propri colpi, perdendo mestamente il parziale (7-1) e l’incontro amaramente.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Fabio Fognini

Lascia un commento

Top