Tennis, ATP Doha-Chennai: amara sconfitta per Seppi, vittoria in rimonta di Fabbiano

Andreas-Seppi-Tennis-Federtennis-Tonelli.jpg

Una sconfitta ed una vittoria. E’ questo il bilancio degli ultimi due incontri odierni che vedevano scendere in campo giocatori italiani. A Doha, Andreas Seppi è stato battuto da Ricard Berankis, numero 85 ATP, per 3-6 6-1 6-4 mentre nel torneo di Chennai Thomas Fabbiano si è imposto in rimonta, al terzo set, contro Jozef Kovalik 1-6 6-3 6-4.

Un match equilibrato quello per Seppi che, dopo aver strappato il servizio a Berankis nel primo gioco dell’incontro, concede a sua volta il break al lituano nel game successivo. Una fase di parità caratterizzata dal lunghissimo turno in battuta dell’azzurro sul 2-2 in cui l’altoatesino è costretto ad annullare ben 5 palle break per conquistare il 3-2. La fase di stallo si rompe nell’ottavo gioco quando Andrea è bravo a rimontare dal 40-30 e aggiudicarsi il break ai vantaggi (5-3). Un gap che dà modo all’azzurro di chiudere la frazione 6-3.

Nel secondo set cala drasticamente le sue percentuali al servizio e il lituano è subito pronto ad approfittarne portando a casa tre break e dominando in lungo e in largo lo scambio. Una fase di rottura prolungata per Seppi, incapace di reagire al tennis del suo avversario. Il 6-1, in 30 minuti, descrive esaustivamente l’andamento della frazione.Nel terzo ed ultimo set i due giocatori cominciano ad avvertire un po’ di stanchezza e decade l’efficacia in battuta. Entrambi perdono per due volte il turno al servizio, portando ad uno score di 3-3. Un nuovo break, però, si rivela letale per Seppi sul 4-3, con Berankis che conclude sul 6-4.

Fabbiano, invece, si è imposto al termine di un incontro che fino a metà del secondo set sembra già segnato a favore del suo avversario. La partenza dell’azzurro infatti è dal film dell’orrore: 6-1 in 27 minuti ed in completa balia di Kovalik. Nella seconda frazione, invece, dopo essere andato sotto 3-1, una reazione furiosa del pugliese che recupera lo svantaggio con un parziale di 5 games a zero. Migliorano, in particolare, le percentuali in risposta del giocatore di Grottaglie e ciò gli conferisce maggiore sicurezza nel proprio tennis. Sulle ali dell’entusiasmo, nel terzo set,  Fabbiano strappa in ben 3 occasioni il servizio al suo avversario, portandosi avanti di 2 break e 5-1. Sembra fatta ma sopraggiunge un pizzico di paura. Tensione che gli fa perdere la giusta lucidità, riportando in vita un incontro che sembra già terminato. Sul 5-4 però, Thomas mette in campo le ultime energie rimaste chiudendo a zero il proprio turno di servizio e conquistando il secondo turno dove affronterà Gilles Muller. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: Federtennis/Tonelli

Tag

Lascia un commento

Top