Taekwondo, Preolimpico 2016: addio Rio, Molfetta e Nicoli si fermano a un passo dal sogno olimpico

0811MolfettaPre11.jpg

Si chiude nel peggiore dei modi il torneo di qualificazione olimpica di Istanbul. Nella decisiva semifinale per volare in Brasile Carlo Molfetta viene infatti battuto dal britannico Manama Cho e dice addio al sogno di partecipare alla terza Olimpiade della carriera. Troppo forte il suddito di Sua Maestà che dopo un primo round terminato senza punti, prende il sopravvento nella seconda ripresa vinta per 7-1. Nella terza ripresa il campione di Mesagne prova la rimonta ma Cho non si fa sorprendere aggiudicandosi il match per 11-2. Eliminata a un incontro dal biglietto per Rio anche Erica Nicoli, sconfitta, anche in questo caso nettamente, dalla serba Tijana Bogdanović. 

Il riepilogo della giornata azzurra:

+80 kg: il match vinto a fatica al golden point contro il norvegese Mohammed El Hatri e quello netto (6-0) contro l’olandese Jeroen Wanrooij si rivelano purtroppo inutili per il campione olimpico di Londra 2012, sconfitto poi in semifinale da Manama Cho. 

-49 kg: si ferma a un passo dal traguardo Erica Nicoli. Tra Rio e l’azzurra si è messa la serba Tijana Bogdanović, che ribadisce di essere la bestia nera della scledense. Un po’ di rammarico c’è ma il punteggio di 11-4 testimonia la superiorità della medagliata mondiale. Di valore le vittorie ottenute in precedenza dalla carabiniera, con la monegasca Anouk Doria e sopratutto quella con la cipriota Kyriaki Kouttouki, in vantaggio sino all’ultima ripresa e beffata negli ultimi secondi.

– 80 kg: chiude in ginocchio sul tatami di Istanbul Roberto Botta. L’azzurro, vinto il primo incontro 10-5 contro l’esperto islandese Bjoern Thorleifsson, si deve arrendere al polacco Piotr Pazinski. Match molto tattico terminato sull’1-1 dopo i primi tre round regolamentari. Al tempo supplementare è però il polacco a terminare a braccia alzate mentre il talento azzurro deve dire addio al sogno Rio.

-57 kg: golden point fatale anche per Licia Martignani. La bolognese è stata fermata al primo turno dalla più quotata finlandese Suvi Mikkonen. Avanti 3-0 e poi 4-3 l’azzurra ha subito la rimonta della scandinava, trovando tuttavia la forza di agguantare il 7-7 a pochi secondi dal termine. Al Golden point il nuovo e decisivo sorpasso della suomi, qualificatasi poi a Rio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top