Storia delle Olimpiadi: lo squadrone azzurro della pesistica a Parigi 1924

Gabetti-Galimberti-e-Tonani-Libera.jpg

Pierino Gabetti, Carlo Galimberti, Giuseppe Tonani. Chi sono costoro?
Parigi, 1924, Giochi della VIII Olimpiade: l’Italia conquista ben tre medaglie d’oro nel sollevamento pesi. Pensate, in 116 anni di storia olimpica, sono cinque in tutto…

In Francia, i successi italiani furono complessivamente otto, quindi, era abbastanza normale che il bottino dei nostri pesisti facesse positivamente scalpore. Fra i piuma si impose Pierino Gabetti, un ventenne di Sestri Ponente che precedette il minuscolo austriaco Andreas Stadler, il quale due anni dopo fu capace di sollevare nello strappo il doppio del suo peso, 117,5 kg! Quattro anno dopo, ad Amsterdam, Gabetti conquistò l’argento.

Carlo Galimberti, 30 anni, nato da genitori italiani a Santa Fe, primeggiò fra i medi; conquistò l’argento nelle successive due edizioni dei Giochi, l’ultima, dunque, a 38 anni suonati. Nella vita faceva il pompiere e fu decorato per i soccorsi prestati in occasione del terremoto del Vulture nel 1927. Il 10 agosto 1939 entrò da solo in un sotterraneo invaso da acqua bollente, una caldaia scoppiò e lo uccise.

Infine, il lombardo di Lodi Vecchio Giuseppe Tonani. Ai Giochi di Anversa del 1920 era stato nella squadra azzurra di tiro alla fune; a Parigi, trentaquattrenne, vinse l’oro nella categoria pesi massimi. Il nostro fiero Ercole italico.

L’Olimpiade che fu del formidabile “finlandese volante” Paavo Nurmi e di Johnny Weissmuller, il nuotatore statunitense rumeno di nascita diventato poi il più famoso Tarzan del grande schermo, regalò al Regno d’Italia tre forzuti eroi d’eccezione. Momenti d’oro che si inabissano indimenticati nella notte dei tempi, per un movimento, quello pesistico italiano, a secco di gioie olimpiche da Los Angeles 1984 (Norberto Oberburger, fra i massimi)…

Pierino Gabetti, Carlo Galimberti, Giuseppe Tonani. Coloro che componevano lo squadrone azzurro della pesistica a Parigi 1924.

 

Storia delle Olimpiadi, prima puntata: Dorando Pietri
Storia delle Olimpiadi, seconda puntata: Ondina Valla
Storia delle Olimpiadi, terza puntata: Gian Giorgio Trissino
Storia delle Olimpiadi, quarta puntata: Pietro Mennea
Storia delle Olimpiadi, quinta puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sesta puntata: il massacro di Monaco 1972
Storia delle Olimpiadi, settima puntata: Jesse Owens
Storia delle Olimpiadi, ottava puntata: Mauro Checcoli
Storia delle Olimpiadi, nona puntata: Antonella Bellutti
Storia delle Olimpiadi, decima puntata: Paola Pezzo
Storia delle Olimpiadi, undicesima puntata: Nino Benvenuti
Storia delle Olimpiadi, dodicesima puntata: Vincenzo Maenza
Storia delle Olimpiadi, tredicesima puntata: l’oro maledetto dell’Italvolley
Storia delle Olimpiadi, quattordicesima puntata: i fratelli Abbagnale
Storia delle Olimpiadi, quindicesima puntata: Clemente Russo
Storia delle Olimpiadi, sedicesima puntata: Sara Simeoni
Storia delle Olimpiadi, diciassettesima puntata: Pino Maddaloni
Storia delle Olimpiadi, diciottesima puntata: Klaus Dibiasi
Storia delle Olimpiadi, diciannovesima puntata: Alberto Cova
Storia delle Olimpiadi, ventesima puntata: Edoardo Mangiarotti
Storia delle Olimpiadi, ventunesima puntata: Daniele Masala
Storia delle Olimpiadi, ventiduesima puntata: Novella Calligaris
Storia delle Olimpiadi, ventitreesima puntata: il Settebello 1992
Storia delle Olimpiadi, ventiquattresima puntata: Giorgio Cagnotto
Storia delle Olimpiadi, venticinquesima puntata: il Setterosa 2004
Storia delle Olimpiadi, ventiseiesima puntata: Nedo Nadi
Storia delle Olimpiadi, ventisettesima puntata: Gelindo Bordin
Storia delle Olimpiadi, ventottesima puntata: Giovanna Trillini

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: FIPE

 

Lascia un commento

Top