Slittino, Mondiali 2016: Loch senza rivali, Italia dispersa a Koenigssee

Felix-Loch-Slittino-Pagina-FB-Loch.jpg

Dopo un anno non del tutto convincente (il 2015, con la sconfitta a Sigulda e la prima parte di questa nuova stagione tutt’altro che positiva) è tornato il cannibale Felix Loch. O forse non se n’è mai andato. Arriva sul catino di casa di Koenigssee il quinto oro mondiale nel singolo maschile per il campione olimpico, che va ad aggiungersi a quello conquistato nella sprint di venerdì (in totale fanno sei, proprio come Armin Zoeggeler). 1’38”864 il tempo del teutonico, che si è preso tutta la scena sul ghiaccio casalingo.

A completare il trionfo tedesco c’è Ralf Palik, di nuovo sul podio in questa competizione iridata. 423 millesimi di ritardo per il 25enne di Erlabrunn, alla migliore stagione in carriera. Raggiunge un meritatissimo podio anche Wolfgang Kindl, grande protagonista di quest’annata: l’austriaco, ancora in lotta per la sfera di cristallo, ha conquistato un buonissimo bronzo. Completano la top-5 Mazdzer e Langenhan.

Dispersa l’Italia sul catino teutonico. Davvero grande delusione per la squadra guidata da Armin Zoeggeler. Al 14mo e 15mo posto, oltre i due secondi di distacco, i cugini Kevin e Dominik Fischnaller. Soprattutto dal secondo ci si sarebbe aspettato tutt’altro risultato. Lontanissimi anche Rieder e Gruber.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Loch

Lascia un commento

Top