Short Track, Europei 2016: staffetta di bronzo ed un’ottima Elena Viviani

short-track-elena-viviani-foto-di-Luca-Renoldi-da-FB-Elena-Viviani.jpg

Si sono chiusi ieri gli Europei di short track a Sochi e l’Italia è riuscita a cancellare lo zero del medagliere in una delle ultime gare della rassegna continentale. Infatti è arrivata la medaglia di bronzo della staffetta femminile, con il quartetto azzurro formato da Elena Viviani, Lucia Peretti, Arianna Valcepina e Cecilia Maffei.

Nelle prime due tappe di Coppa del Mondo le azzurre avevano faticato ed erano arrivate due eliminazioni in batteria, ma già dalla tappa di Nagoya si erano visti dei progressi con l’accesso alla semifinale. Ieri in Russia è arrivato questo bel bronzo, che sa di conferma per un quartetto che aspetta il ritorno in nazionale di Arianna Fontana per puntare a traguardi ancora più alti.

Un Europeo che ha messo in luce Elena Viviani. Davvero una rassegna continentale positiva per la valtellinese, capace di centrare l’accesso alla Finale B in tutte le distanze e alla fine chiudere al decimo posto nella classifica Overall. Da Sochi, Elena torna con grande fiducia e probabilmente con la sensazione di poter essere la seconda punta della nazionale dietro alla Fontana.

In campo maschile la staffetta arrivava dall’argento conquistato in Coppa del Mondo a Shanghai, ma a Sochi il quartetto azzurro (Confortola, Dotti, Rodigari, Cassinelli) si è accontentare del quinto posto complessivo (Italia prima nella Finala B). Purtroppo la finale è sfuggita per pochi decimi in una semifinale davvero competitiva con Russia ed Ungheria.

Nelle gare individuali hanno partecipato solo Tommaso Dotti e Yuri Confortola ed il miglior risultato è stata la Finale B raggiunta da Confortola nei 500m. Ci si poteva aspettare qualcosa di più, soprattutto nei 1500m, ma la stagione dei nostri azzurri, visti anche i risultati in Coppa del Mondo, resta positiva.

 

foto di Luca Renoldi

Lascia un commento

Top