Sci Alpino, Coppa del Mondo: Fill per il bis, Paris ed Innerhofer per il riscatto. Speranza Nani in gigante

sci-alpino-peter-fill-santa-caterina-trovati-pentaphoto-fb-fisi.jpg

Dopo il trittico Adelboden, Wengen, Kitzbuehel, la Coppa del Mondo maschile si sposta in Germania a Garmisch Partenkirchen per un weekend che vedrà impegnati gli uomini jet della discesa libera e i gigantisti.

Si tratta solamente della terza discesa che viene disputata sulla pista tedesca e per ora all’Italia è sempre sfuggito il podio. Dopo la storica vittoria a Kitzbuehel, Peter Fill è certamente l’uomo più atteso, che cercherà di confermarsi dopo l’incredibile successo sulla Streif. Il 33enne di Bressanone sta vivendo probabilmente la miglior stagione della carriera ed è tra i grandi favoriti anche per la vittoria in questo fine settimana.

Cercano il riscatto sia Dominik Paris che Christof Innerhofer, che non sono ancora riusciti a cancellare lo zero dalla casella dei piazzamenti sul podio in questa stagione. Fino ad ora nessuno dei due è riuscito ad effettuare una gara pulita, senza gravi errori, che come a Wengen e Kitzbuehel hanno compromesso la loro prestazione. Restando sempre in casa Italia, Garmisch è una pista amata anche da Silvano Varettoni, che proprio nella località tedesca ha ottenuto il miglior risultato della sua carriera, un quarto posto nella passata edizione. Purtroppo il 31enne di Pieve di Cadore non è più riuscito a ritornare su quei livelli e anche in questa stagione non ha mai brillato, finendo solo una volta a punti nella discesa di Santa Caterina.

Uscendo dai confini italiani i favoriti per la vittoria sono davvero moltissimi, anche perchè, non essendoci Aksel Lund Svindal, manca colui che ha dominato fino ad ora in discesa e Super G. Difende il titolo l’austriaco Hannes Reichelt, che sarebbe probabilmente il maggior indiziato al successo, ma resta l’incognita del recupero fisico e mentale dopo la brutta caduta di Kitzbuehel.
Norvegia che, perso il suo leader, si affida a Kjetil Jansrud, ma attenzione anche al francese Adrien Theaux e soprattutto agli svizzeri Beat Feuz e Carlo Janka, quest’ultimo vincitore nel 2010.


Dopo una lunga pausa, non si gareggiava dall’Alta Badia (scorso dicembre), tornano finalmente gli specialisti del gigante e quindi anche il duello tra Marcel Hirscher ed Henrik Kristoffersen, ma questa volta è l’austriaco che dovrebbe imporre la sua supremazia nella disciplina più tecnica della Coppa del Mondo.

Tranne per il primo gigante della stagione, quello di Soelden, Hirscher ha dominato le altre tre prove, salendo sempre sul gradino più alto del podio, ipotecando di fatto la coppetta di specialità, oltre a quella generale che ormai può davvero perdere solo lui. Certamente dall’altra parte Kristoffersen, visto lo stato di forma fisico e mentale, può lottare per la vitoria e soprattutto cercare di battere il rivale proprio nella sua specialità.

Non sarà certamente al cancelletto di partenza Ted Ligety. Stagione di Coppa del Mondo davvero funesta, perchè anche l’americano ha messo la parola fine sul suo anno, dopo la rottura del legamento crociato in allenamento.

L’Italia in gigante in questa stagione sta faticando e si spera in un lampo del talento di Roberto Nani, l’uomo di punta della squadra azzurra. Purtroppo al nativo di Livigno è mancata la continuità tra prima e seconda manche, ma resta comunque un possibile outsider a salire sul podio.
Anche Florian Eisath e Manfred Moelgg possono competere per un buon piazzamento, senza dimenticare Luca de Aliprandini e Riccardo Tonetti chiamati ad una scossa in una stagione per ora opaca.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trovati/ Pentaphoto da pagina FB Fisi

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top