Sci Alpino, Coppa del Mondo: Brem al comando a Maribor, Brignone caduta

sci-alpino-federica-brignone-gigante-aspen-alessandro-trovati-pentaphoto.jpg

L’austriaca Eva Maria Brem comanda la prima manche del gigante di Maribor. La leader della classifica di specialità è stata l’unica a trovare il ritmo giusto fin dalla parte alta su un tracciato che richiedeva grande velocità e scorrevolezza, senza incidere troppo sugli spigoli.

Dietro all’austriaca c’è Viktoria Rebensburg, staccata di 37 centesimi dalla prima posizione. La tedesca conferma di essersi ritrovata in gigante e nella seconda manche andrà alla caccia della seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta a Flachau.
Attualmente sul gradino più basso del podio c’è Lara Gut, distante 53 centesimi dalla Brem anche a causa di qualche imprecisione di troppo tra il secondo e il terzo intermedio.

Quarta è Nina Loeseth ad 85 centesimi, mentre già dalla quinta posizione di Tina Weirather il distacco sale sopra il secondo (+1.22).

Prima manche davvero da dimenticare per la squadra azzurra, con le nostre portacolori condizionate anche da un tracciato che si è spaccato dopo le prime sette. Purtroppo non è riuscita a sfruttare l’ottimo pettorale Federica Brignone, uscita quasi subito dal tracciato. Una caduta che ormai compromette le ambizioni della milanese nella classifica di specialità, dove ora rischia anche di non restare nemmeno nelle prime tre posizioni.

Dopo l’ottava discesa nessuna delle altre sciatrici riesce ad essere competitiva e i distacchi cominciano ad essere esorbitanti. Manuela Moelgg resiste comunque in decima posizione, ma ad oltre due secondi (+2.06) dalla Brem e subito dietro di lei c’è anche Irene Curtoni (+2.30).

Marta Bassino è 13esima a 2.82 dalla prima posizione, Nadia Fanchini resta tra le quindici ma si trova a 2.90 dall’austriaca. Ancora peggio è andata ad Elena Curtoni e Francesca Marsaglia, il cui distacco è addirittura sopra i tre secondi (la romana anche oltre i quattro). Dura una sola porta, invece, la prova di Sofia Goggia.

Oltre alle azzurre anche la leader della generale, Lindsey Vonn, risente di questo tipo di neve e chiude al 12esimo posto a 2.45 dalla Brem. L’americana proverà a rimontare nella seconda manche per cercare di difendersi da Lara Gut nel duello per la Coppa del Mondo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trovati/ Pentaphoto da pagina FB Fisi

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top