Scherma: la rinascita del quartetto di spada maschile. Tanta Sicilia e Rio 2016 in tasca!

Spada.maschile.Italia..scherma..foto_.federscherma.jpg

Sono tre i siciliani nell’Italia di spada maschile. Per lo meno quelli nel quartetto, che su quattro elementi fa una buona percentuale del 75%. Carattere, grinta e nessuna voglia di mollare. Gli azzurri si sono rialzati – come per altro hanno sempre creduto di poter fare, negli incontri con la stampa – dai fallimentari risultati della prima parte di 2015 e hanno strappato la qualificazione a Rio 2016 con una tappa d’anticipo. Chapeau.

Il piccolo miracolo è firmato Enrico Garozzo, una certezza anche nell’individuale, Paolo Pizzo, campione del mondo 2011 nella sua Catania, Marco Fichera, cannibale nelle categorie giovanili, e Andrea Santarelli, il ‘quarto’ che ha portato quadratura nel gruppo azzurro dopo tanti esperimenti negativi. Perché la scherma è soprattutto uno sport di squadra, come s’è visto anche al femminile. L‘equilibrio si trova (e si spezza, purtroppo) con movimenti anche impercettibili. Come l’ingresso di Luigi Mazzone nel ruolo di mental coach. Neanche a dirlo, un altro siciliano.

Ieri si è chiuso un cerchio aperto 12 mesi fa con l’arrivo di Gigi Mazzone all’interno del nostro gruppo, oltre agli…

Pubblicato da Marco Fichera su Domenica 24 gennaio 2016

 

Gli azzurri, dopo qualche problema con il ct Sandro Cuomo, si sono uniti e sono usciti tutti insieme dalle difficoltà. Partendo, com’è noto, dal successo sulla Francia all’ultimo Mondiale e arrivando a chiudere un cerchio sabato scorso a Heidenheim, battendo proprio i maestri transalpini e vincendo la tappa tedesca di Coppa del Mondo. Quarti, terzi, secondi e primi. La scalata si è concretizzata. E ora? Verso il Brasile è lecito sognare, perché l’Italia sembra in un magic moment. Durerà fino ad agosto? La speranza è quella. O, forse, ci si può aspettare ancora di meglio?

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Federscherma

Lascia un commento

Top