Scherma, Coppa del Mondo: Italia, giornata nera per la spada maschile a Heidenheim

Marco-Fichera-scherma-foto-Bizzi-Federscherma.jpg

Se da Barcellona arrivano notizie poco incoraggianti, la spada maschile impegnata a Heidenheim (Germania) fa poco per risollevare il morale della scherma italiana. La gara individuale tedesca di oggi va in archivio nel peggiore dei modi: tre eliminazioni al primo turno e due al secondo, azzurri mai protagonisti e in cerca di riscatto domani con il quartetto reduce dal terzo posto di Berna e dal secondo di Tallinn.

Sulle pedane di Heidenheim fa festa il francese Gauthier Grumier, che battendo 15-14 in finale l’ucraino Bogdan Nikishin riporta la nazione più forte della spada maschile sul gradino più alto della Coppa del Mondo individuale. La doppietta transalpina è completata da Jean-Michel Lucenay terzo, parimerito con il russo Anton Avdeev. Non c’è traccia, nelle fasi finali, dei giapponesi sorprendenti in Estonia. Ma, purtroppo, neppure dell’Italia.

Paolo Pizzo è stato estromesso ieri, per 4-2, dal corregionale Marco Fichera nell’ultimo turno di qualificazioni. Oggi il siciliano classe 1993 raggiunge il secondo turno, ma si arrende 11-15 al nipponico Kazuyasu Minobe, primo a Tallinn a metà novembre. Stessa sorte per Luca Ferraris, ko 11-13 con l’olimpionico venezuelano Ruben Limardo. Giornata da dimenticare per Enrico Garozzo, che nel tabellone dei 64 perde 12-14 con l’ucraino Yuriy Taranenko, testa di serie numero 62. Out subito anche Andrea Baroglio e Andrea Santarelli.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top