Rally, Dakar 2016, prologo: sorpresa Ten Brinke 1° tra le auto. Barreda 1° tra le moto, Botturi 11°

Dakar-generica-Pagina-FB-Dakar.jpg

Il prologo della 38esima edizione della Dakar 2016 riserva alcune sorprese nella categoria “auto“. Lungo gli 11 km “Buenos Aires – Rosario”, valevoli per stabilire l’ordine di partenza dello stage 1, il miglior tempo è del belga Bernhard ten Brinke, a bordo di una Toyota, che ha preceduto in 6’08” uno dei favoriti, lo spagnolo Carlos Sainz su Peugeot in 6’11” e Xavier Pons, altra sorpresa di giornata, su Ford Ranger in 6’12”. Il campione 2015 Nasser Al-Attiyah ha conquistato la quarta prestazione odierna con la sua Mini in 6’13” precedendo i compagni di squadra Nani Roma (6°) in 6’15”, vincitore del Rally Raid 2014, e Mikko Hirvonen (7°) in 6’15”, tra i miti del Rally WRC, al suo esordio nella maratona dei motori. A chiudere la top10 Stephane Peterhansel (9°) a 9″ dalla vetta, uno dei mostri sacri di questa competizione (11 successi), come un’altra new entry “doc” ovvero Sebastien Loeb, 9 volte campione del mondo del WRC Rally. Una gara poi condizionata dall’incidente dell’equipaggio Meling Guo – Min Liao, numero 360, che ha portato gli organizzatori a neutralizzare la corsa. Per questo motivo, tutti i concorrenti successivi hanno affrontato il prologo come semplice tappa di trasferimento, ivi compresi i piloti italiani e la categoria “camion” non partente.

Tra le moto invece c’è stata la conferma di Joan Barreda che in sella alla Honda ufficiale ha ottenuto il miglior crono in 6’27”, stesso riscontro di Ruben Faria (Husqvarna), mentre terza prestazione per la Yamaha di Helder Rodrigues a 3″ dalla vetta. Se quindi per Barreda i motivi per sorridere sono tanti, lo stesso non si può dire per il suo compagno di squadra, tra i pretendenti alla vittoria finale, Paulo Gonçalves che, a causa di una serie di problemi tecnici, non è andato oltre il 50esimo posto ad un 1′ dal leader. Un inizio non esaltante anche per Toby Price, sedicesimo a 18″ ‘da Barreda. Sorprendente il francese Adrien Van Beveren che alla prima speciale in una Dakar ha ottenuto il quarto tempo del prologo a 4″ secondi dal leader. Per quanto concerne la pattuglia degli italiani, il migliore è stato l’atteso Alessandro Botturi che ha sfiorato la top10 piazzandosi undicesimo a 14″ dalla vetta. Una buona prova dell’azzurro che da domani, quando si comincerà a fare sul serio, cercherà di tenere il passo dei migliori.  A chiosa, tra i quad, prima posizione del cileno Ignacio Casale in 7’14” davanti all’argentino Marcos Patronelli, distante 5″, e Pablo Copetti a 7″. Migliore dei nostri il quotato Franco Picco in 23esima posizione a 42″ da Casale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Dakar

Tag

Lascia un commento

Top