Pattinaggo artistico, Europei 2016: Javier Fernández cerca uno storico poker

fernandez-voronov-kovtun-isu-page-fb-pattinaggio.jpg

Vincitore degli ultimi tre titoli continentali a livello maschile, lo spagnolo Javier Fernández ha già scritto importanti pagine di storia per il suo Paese ai Campionati Europei di pattinaggio di figura: prima del suo titolo del 2013, infatti, mai un atleta iberico era salito sul podio di questa competizione, considerando tutte le quattro discipline. Anche quest’anno, il madrileno si presenterà a Bratislava con i galloni del favorito, e punterà ad ottenere uno storico poker che lo proietterebbe definitivamente tra i più grandi pattinatori di sempre: nella storia della competizione, infatti, solamente l’austriaco Emmerich Danzer (1965-1968) ed il cecoslovacco Ondrej Nepela (1969-1973) hanno vinto almeno quattro titoli consecutivi. Un’impresa mai riuscita neppure allo zar Evgenij Pljuščenko, che pure resta il più vincente in assoluto con le sue sette medaglie d’oro.

Proprio dalla Russia arriveranno i maggiori pericoli per Javier Fernández, in particolare da quel Maksim Kovtun che già lo scorso anno si avvicinò all’iberico, ottenendo la medaglia d’argento, seppur staccato di oltre quindici punti. Grande curiosità ci sarà anche per Mikhail Kolyada, classe 1995 come Kovtun, e soprattutto per il giovanissimo Aleksandr Petrov, sedici anni, che probabilmente non sarà in grado di lottare per il podio, ma che rappresenta certamente un profilo interessante per il futuro.

Sorprendente quarto lo scorso anno, l’israeliano Alexei Bychenko avrà il difficile compito di confermarsi a quei livelli. Tra coloro che vantano già una medaglia europea, ci sarà invece il ceco Michal Březina, bronzo nel 2013 a Zagabria, e soprattutto il francese Florent Amodio, campione europeo nel 2011, che ha già annunciato la fine della sua carriera dopo la competizione di Bratislava. Forfait, invece, per l’altro francese Chafik Besseghier, infortunatosi al legamento di una caviglia.

Per i colori azzurri, Ivan Righini proverà ad entrare nuovamente nella top ten, come fece già un anno fa centrando l’ottava posizione finale e soprattutto uno splendido quinto punteggio nel free program. Grazie a quel piazzamento, l’Italia potrà schierare anche Matteo Rizzo, che effettuerà la prima esperienza in una grande competizione senior.

CLICCA SU PAGINA 2 PER LA ENTRY LIST COMPLETA DEGLI UOMINI

Lascia un commento

Top